Ucraina,diplomatico Usa disse a Zelensky di fare promesse a Trump

A24/Pca

New York, 23 ott. (askanews) - Settimane prima della telefonata tra Donald Trump e Volodymyr Zelensky, il diplomatico statunitense Kurt Volker disse al capo di Stato ucraino che doveva convincere il presidente degli Stati Uniti di essere disposto a indagare sui Biden e sulle presunte interferenze ucraine nelle elezioni del 2016. A riportarlo è il Wall Street Journal, citando una persona a conoscenza della recente testimonianza in Congresso di Volker, all'epoca rappresentante speciale per l'Ucraina.

Volker disse a Zelensky che la sua disponibilità sarebbe servita a contrastare il flusso di informazioni negative sull'Ucraina che Trump stava ricevendo dal suo avvocato personale, Rudy Giuliani. Volker mise in guardia Zelensky sull'influenza di Giuliani sul presidente e lo invitò a dimostrarsi disponibile ad attuare alcuni punti dell'agenda dell'ex sindaco di New York. (segue)