Ucraina: Dpr chiude accesso a Google, fa propaganda contro Russia e russofoni'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Kiev, 22 lug. (Adnkronos) – Il leader dell'autodichiarata Repubblica popolare di Donetsk (Dpr) ha affermato che l'accesso a Google sarà interrotto all'interno del territorio. "Abbiamo deciso di bloccare Google nel territorio della Dpr", ha scritto Denis Pushilin sul suo account Telegram, aggiungendo che “questo è ciò che devi fare in ogni società con i criminali: isolarli dalle altre persone”.

"Se Google la smetterà con la sua politica penalizzante e tornerà alla legalità, alla moralità e al buon senso, non ci saranno ostacoli per il suo lavoro", a spiegato Pushilin, secondo cui il motore di ricerca americano farebbe propaganda ucraina e occidentale contro i russi e i russofoni.

“La propaganda disumana dell'Ucraina e dell'Occidente ha da tempo superato tutti i confini. C'è una vera persecuzione dei russi, l'imposizione di bugie e disinformazione", ha affermato. "In prima linea nella tecnologia dell'informazione c'è la ricerca di Google, che apertamente, su ordine dei suoi curatori del governo degli Stati Uniti, promuove il terrorismo e la violenza contro tutti i russi, e in particolare la popolazione del Donbas".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli