Ucraina: Draghi, 'due punti di vista tra chi vuole difenderla e chi perché si arrenda'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 22 giu. (Adnkronos) – "C'è una fondamentale differenza tra due punti di vista. Quello mio sostanzialmente è che l'Ucraina si deve difendere. Le sanzioni, l'invio di armi, servono a questo. L'altro punto di vista è diverso: l'Ucraina non si deve difendere, non dobbiamo fare le sanzioni, mandare le armi. La Russia è troppo forte, perchè combatterla? Lasciamo che la Russia entri. Lasciamo che l'Ucraina si sottometta, in fondo cosa vogliono questi…". Così il premier Mario Draghi nella replica alla Camera.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli