Ucraina: Draghi, 'fatti Taiwan complicano crisi, non so quanta probabilità per cessate fuoco'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 4 ago. (Adnkronos) – "La complicazione che sta sorgendo nell'indopacifico" tra Cina, Taiwan e gli Stati Uniti "non è uno sviluppo positivo anche per ciò che riguarda la guerra in Ucraina, perché una speranza che avevamo è che la Cina potesse aiutare a raggiungere il cessate il fuoco, operando sul fronte russo: Non so quante probabilità reali ci siano per raggiungere il cessate il fuoco". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, in una conferenza stampa a palazzo Chigi. "Oggi le cose sono complicate anche da quel punto di vista" e, più in generale "non c'è notizia di progressi sul conflitto ucraino", anche sul fronte delle mediazioni in corso e che vedono coinvolta la Turchia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli