Ucraina: Draghi, 'Italia agito senza indugi, guerra non si ferma solo a parole'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

New York, 21 set. (Adnkronos) – Nella guerra in Ucraina, “l’Italia ha agito senza indugi, insieme agli altri Paesi membri dell’Unione Europea, agli alleati della NATO e del G7, a tutti i partner che come noi credono in un sistema internazionale basato sulle regole e sul multilateralismo. Insieme, abbiamo risposto alle richieste del Presidente Zelensky, perché un’invasione militare pianificata per mesi e su più fronti non si ferma soltanto con le parole”. Così il premier Mario Draghi nel suo intervento all'Assemblea generale delle Nazioni Unite, al Palazzo di vetro dell'Onu a New York.

“Abbiamo imposto sanzioni senza precedenti alla Russia – ha ricordato il presidente del Consiglio – per indebolirne l’apparato militare e convincere il Presidente Putin a sedersi al tavolo dei negoziati. Abbiamo accolto migliaia di rifugiati, assistito chi è rimasto in Ucraina e siamo pronti a finanziare la ricostruzione del Paese – perché agli orrori della guerra si risponde con il calore della solidarietà”.