Ucraina, Draghi: le sanzioni funzionano, sono sempre più efficaci

featured 1620824
featured 1620824

Roma, 21 giu. (askanews) – “La strategia dell’Italia in accordo con l’Ue e gli alleati del G7 si muove su due fronti: sosteniamo l’Ucraina e sanzioniamo la Russia, perché Mosca cessi le ostilità e accetti davvero sedersi al tavolo”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel suo intervento in Senato in vista del Consiglio europeo del 23 e 24 giugno.

“Vengono sanzionate altre 18 entità russe e 65 persone tra cui quello che è considerato il responsabile degli orrori di Bucha; sono state sospese le trasmissioni di altri tre organi d’informazione russa in Ue che diffondono propaganda. Le sanzioni funzionano: l’Fmi prevede che le sanzioni incideranno per 8,5 punti di Pil sull’economia russa – ha sottolineato Draghi. Il tempo ha rivelato e sta rilevando che queste misure sono sempre più efficaci. Ma i nostri canali di diaolgo restano aperti, non smetteremo di cercare la pace, nei termini che deciderà l’Ucraina”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli