Ucraina: Draghi, 'responsabilità conflitto di una parte sola, ma risposta a problemi tocca a noi'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

New York, 21 set. (Adnkronos) – "L’aggressione dell’Ucraina da parte della Russia e le crisi che ne derivano – alimentare, energetica, economica – mettono a rischio i nostri ideali collettivi come raramente era accaduto dalla fine della Guerra Fredda”. Così il premier Mario Draghi ha esordito nel suo intervento all'Assemblea generale delle Nazioni Unite, al Palazzo di vetro dell'Onu a New York.

“Queste crisi – ha proseguito il presidente del Consiglio – si affiancano alle altre grandi sfide dei nostri tempi, il cambiamento climatico, la pandemia, le diseguaglianze, e ne amplificano i costi, soprattutto per i più deboli. Le responsabilità del conflitto sono chiare – e di una parte sola. Ma è nostra responsabilità collettiva trovare risposte a questi problemi con urgenza, determinazione, efficacia. Non possiamo dividerci tra Nord e Sud del mondo. Dobbiamo agire insieme e riscoprire il valore del multilateralismo che si celebra in quest’aula”.