Ucraina, Elemosiniere del Papa coinvolto in sparatoria: sta bene

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 17 set. (askanews) - Il convoglio con il cardinale Konrad Krajewski, prefetto del Dicastero per il Servizio della Carità, Elemosiniere del Papa e inviato da Francesco in Ucraina, è stato coinvolto in una sparatoria mentre si trovava a Zaporizhia per consegnare aiuti umanitari, rosari e "la benedizione del Papa". Lo riporta Vatican News, spiegando che il cardinale è comunque in buone condizioni.

"Hanno incontrato le persone e hanno scaricato i viveri - scrive Vatican News - ma alla seconda delle tappe previste è accaduto che il gruppo è stato raggiunto da colpi d'armi da fuoco e il cardinale, insieme agli altri, si è dovuto mettere in salvo: 'Per la prima volta nella mia vita non sapevo dove fuggire ... perché non basta correre, bisogna sapere dove'", ha raccontato Krajewski.

"Tutto alla fine è andato bene e gli aiuti sono stati consegnati fino all'ultimo, anche i rosari benedetti dal Papa: chi li riceveva subito li metteva intorno al collo. Un giorno particolare, in questo anniversario della sua consacrazione episcopale: un giorno di guerra che il cardinale definisce 'senza pietà', per la quale, come già nella sua ultima missione durante il Triduo pasquale aveva detto 'mancano le lacrime e mancano le parole'. Oggi, ribadisce, 'si può solo pregare' e ripetere: 'Gesù confido in te!'", conclude Vatican News.

Si tratta della quarta visita di Krajewski in Ucraina per conto di Papa Francesco.