Ucraina, evacuata gran parte dei civili rimasti nell’acciaieria Azovstal

Era ormai calato il buio quando il convoglio, che trasportava circa 175 persone evacuate dall'acciaieria Azovstal, è giunto a Zaporizhzhia. Tra gli evacuati, che per settimane sono rimasti nascosti nella grande fabbrica presa di mira dai russi, numerosi bambini ed anziani non autosufficienti. Appena giunte nella città del sud est del Paese, le persone sono state aiutate e rifocillate sotto una grande tenda. Il salvataggio, avvenuto grazie alla collaborazione tra croce rossa internazionale e le Nazioni Unite, era cominciato nei giorni scorsi ma si era dovuto fermare a causa degli intensi bombardamenti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli