Ucraina: ex comandante polacco, 'Kiev respinga i russi prima che Mosca invii nuovi soldati'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 5 mag. (Adnkronos) – "Grazie al sostegno degli alleati, l'Ucraina ha tutte le possibilità di sconfiggere la Russia sul campo di battaglia e liberare i territori occupati nel prossimo futuro. E non è Vladimir Putin che può decidere dove e come finirà la guerra, ma il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky". E' l'opinione espressa in un'intervista a Ukrinform dall'ex comandante delle forze armate polacche, l'ex viceministro della difesa Waldemar Skszypczak.

"Adesso è un buon momento per l'Ucraina – secondo il generale polacco – per recuperare ciò che ha perso. Non è Putin a dover decidere il destino della guerra, ma il presidente Zelensky. Il presidente dell'Ucraina ora sta vincendo, quindi deve determinare quando finirà. Voglio dire che l'Ucraina ha la possibilità di liberare tutti i territori occupati del Donbass, e la questione della Crimea dovrebbe essere risolta sull'arena internazionale in seguito, magari con un altro presidente russo. L'Ucraina deve trattare con l'esercito russo prima che le nuove forze mobilitate raggiungano il fronte. Ci sono quattro o cinque settimane per questo, credo entro la fine di giugno".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli