Ucraina, Fico: su profughi Ue faccia collettivamente sua parte

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Lampedusa, 28 apr. (askanews) - "L'Europa quando si parla di profughi e immigrazione deve fare collettivamente la propria parte. Perchè anche qui in Italia in passato ci siamo sentiti soli e invece si deve lavorare insieme alla gestione dei flussi migratori che non si fermeranno mai perchè questa è la realtà del mondo attuale. Adesso con la guerra in Ucraina io sono convinto che tutta l'Europa debba fare la propria parte ma l'Italia sta facendo una grande parte dimostrando una grande accoglienza e una grande generosità. E dobbiamo continuare su questa strada". Lo ha detto il presidente della Camera Roberto Fico incontrando i giornalisti a Lampedusa a margine del dibattito nel santuario della Madonna di Porto Salvo, nell'ambito delle iniziative legate alla prima edizione di "Lampedusa, isola di pace".

"I profughi sono profughi e non c'è distinzione. Anche chi non è ucraino ma di un'altra nazionalità ma proviene da quel Paese è profugo senza distinzione".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli