**Ucraina: Gelmini, 'spero vittoria Macron per confermare asse europeista'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 20 apr. (Adnkronos) – Definire il Governo italiano "accondiscendente" rispetto alla scelte internazionali sulla crisi ucraina "significa sminuire il senso del nostro operato. Per fronteggiare questa situazione non ci può essere una dimensione nazionale e il nostro Paese è protagonista nel condividere una posizione europea". Lo ha affermato la ministra per gli Affari regionali, Mariastella Gelmini, intervenendo al convegno "Dopo l'invasione russa mai più nulla sarà come prima", organizzato da 'Riformismo e libertà', 'Europa atlantica' e 'Formiche'.

"Il problema adesso è come preservare questa compattezza", ha aggiunto, e in questo senso "la prima cosa che mi auguro è la vittoria di Macron", che "vorrebbe dire confermare un asse europeista".

Gelmini ha poi sottolineato l'impossibilità di ridiscutere il Pnrr, perchè "vorrebbe dire mettere in gioco la credibilità del nostro Paese ed essere più deboli nel chiedere un tetto al prezzo del gas e un Recovery energia. I partiti sono chiamati alla responsabilità" e nella prossima campagna elettorale il tema delle "spese militari e della partecipazione alla Nato farà da spartiacque tra populismo e riformismo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli