Ucraina, Gentiloni: "Non sul tavolo sanzioni su gas Russia"

(Adnkronos) - "Per il momento non abbiamo sul tavolo una discussione su ulteriori misure" contro la Russia riguardanti le importazioni di "gas". Lo ha assicurato il commissario europeo all'Economia Paolo Gentiloni, in collegamento con un convegno organizzato da Politico.eu a Bruxelles.

Dunque la riduzione dei flussi di gas russo verso l'Italia, registrata oggi da Eni, non è collegata a nessuna ipotesi di stretta europea nel settore dell'energia.

Gentiloni ha quindi parlato anche della situazione economica dell'Eurozona sottolineando che non è "predestinata" a finire in recessione tecnica. Al contrario, è ancora possibile mantenere un livello "basso", ma positivo, di crescita. "La parola chiave - afferma - è incertezza, cosa che non è nuova, perché veniamo da due anni e mezzo di incertezza molto elevata. Abbiamo avuto due 'cigni neri' in due anni, prima la pandemia poi la guerra. Navighiamo in acque agitate - ricorda Gentiloni - e abbiamo abbassato le stime di crescita; stiamo lottando per mantenere un livello basso di crescita. Penso che sia possibile, non c'è un destino di recessione. E c'è il rischio, se siamo troppo negativi e pessimisti, di contribuire a profezie autoavveranti. Vediamo le possibilità offerte dalla riapertura delle economie, dal mercato del lavoro, vediamo molti elementi per mantenere la nostra economia in territorio positivo, anche se a un livello basso".

"Penso - conclude il Commissario Ue - che sia possibile e ora dovrebbe essere il nostro punto di massimo impegno, perché se vogliamo affrontare i problemi che abbiamo di fronte, cioè la transizione climatica e l'autonomia strategica, abbiamo bisogno che l'economia continui a crescere".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli