Ucraina: giornalista Mattia Sorbi, 'ci hanno detto che la strada era sicura, poi la mina…"

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 8 set. (Adnkronos) – Mattia Sorbi, il reporter rimasto ferito in Ucraina, parla con fatica da un letto d'ospedale. "Abbiamo preso un taxi e siamo andati a Oleksandrija, ci avevano detto che era sicura" la strada per avvicinarsi a Kherson, zona estrema di combattimenti difficile da varcare per i giornalisti. L'auto è saltata su "una mina" – la zona è stata disseminata di ordigni dagli ucraini per tenere lontano i russi – vicino al villaggio di Olenivska e l'uomo alla guida è morto. Mattia è rimasto ferito dalle schegge, ma – come emerge anche nel video girato dalle forze russe – non è in pericolo di vita. "Non ha subito amputazioni o riportato danni fisici permanenti" spiega un collega che ha avuto modo di comunicare con lui. Ricoverato in un ospedale vicino alla zona dell’incidente, le autorità stanno lavorando per riportarlo a casa.