Ucraina, intelligence USA: “Momento cruciale per la guerra”

ucraina
ucraina

Gli USA hanno definito l’attuale stato della guerra in Ucraina cruciale e tale da determinare un risultato di lungo termine. Intanto la Russia avrebbe lanciato un ultimatum ai combattenti Azot.

Mosca lancia l’ultimatum ai combattenti di Azot

La Russia ha intimato alle forze ucraine asserragliate nell’impianto chimico Azot della città orientale di Severodonetsk di arrendersi entro le prime ore di oggi. Il generale Mikhail Mizintsev, l’ufficiale che era a capo dell’assedio di Mariupol, ha affermato che i combattenti dovrebbero “fermare la loro insensata resistenza e deporre le armi” a partire dalle 8 del mattino di Mosca (le 7 italiane). Ieri il sindaco Oleksandr Stryuk aveva reso noto che dentro la fabbrica ci sono anche 560 civili.

Zelensky: “Perdite dolorose”

Nel suo consueto videomessaggio, Zelensky ha dichiarato che ieri non sono avvenuti cambiamenti drastici nella battaglia per il Donbass. “I combattimenti più feroci sono a Severodonetsk e in tutte le città e comunità vicine, come prima. Le perdite, purtroppo, sono dolorose. Ma dobbiamo resistere. Si tratta del nostro stato. È fondamentale resistere lì, nel Donbass“, ha affermato.

USA: “Guerra ad un momento cruciale”

Alcuni funzionari dell’intelligence americana hanno evidenziato che la guerra in Ucraina è giunta ad un momento cruciale che potrebbe determinare il risultato di lungo termine. Cosa che potrebbe costringere a prendere una decisione difficile anche i governi occidentali, che finora hanno offerto sostegno all’Ucraina ad un costo sempre maggiore per le loro economie e per le scorte nazionali di armi. “O i russi raggiungeranno Slovyansk e Kramatorsk, o gli ucraini li fermeranno. E se gli ucraini saranno in grado di tenere la linea qui, di fronte a questo numero di forze, sarà importante“, hanno aggiunto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli