Ucraina, Johnson incontra Zelensky: “Insieme fino alla vittoria”. Putin: “Mai stati contro ingresso di Kiev in UE”

ucraina kiev
ucraina kiev

Ucraina, il primo ministro britannico Boris Johnson ha incontrato a sorpresa il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Intanto, Putin ha dichiarato che Mosca non è mai stata contraria all’ingresso di Kiev nell’Unione Europea siccome non si tratta di un’alleanza militare.

Guerra in Ucraina, Putin: “Mai stati contro ingresso di Kiev in UE”

Nella giornata di venerdì 17 giugno, il presidente russo Vladimir Putin ha partecipato al Forum economico di San Pietroburgo (Spief) in occasione del quale ha pronunciato un lungo discorso sulla sua idea di un “nuovo mondo” in cui il predominio degli Stati Uniti d’America sia tramontato in modo “irreversibile”.

Allo Spief, il capo del Cremlino ha esaminato i recenti equilibri internazionali e i problemi economici che riguardano la Russia e il mondo intero. Inoltre, ha rilasciato alcune dichiarazioni sull’ipotesi relativa all’ingresso dell’Ucraina nell’Unione Europea.

Commentando le raccomandazioni della Commissione europea che ha asserito di essere determinata a conferire lo status di candidato membro UE all’Ucraina, il presidente Putin ha garantito che Mosca “non è contraria”.

Putin, infatti, ha affermato: “L’Ue non è un blocco politico-militare a differenza della Nato e non abbiamo nulla in contrario all’adesione – ma ha avvertito –. La struttura economica dell’Ucraina richiederà ingenti sussidi, con la sua adesione rischia di diventare una colonia dell’Unione europea“.

Infine, rispetto alla guerra, pur non facendo alcun riferimento a possibili soluzioni negoziali, il leader del Cremlino ha palesato che convinzione che “prima o poi la situazione si normalizzerà, il miglioramento delle nostre relazioni con l’Ucraina è inevitabile“.

Ucraina, Johnson incontra Zelensky: “Insieme fino alla vittoria”

A Kiev, intanto, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha incontrato il primo ministro britannico Boris Johnson, a meno di 24 ore dalla visita dei leader europei Mario Draghi, Emmanuel MAcron, Olaf Scholz e Klaus Iohannis.

A proposito del suo viaggio in Ucraina, Johnson ha dichiarato: “La mia visita oggi, nel mezzo di questa guerra, è per mandare un messaggio chiaro e semplice al popolo ucraino: il Regno Unito è con voi e sarà con voi fino a quando non vincerete – e ha aggiunto –. I soldati ucraini che lanciano missili britannici in difesa della sovranità della vostra nazione lo fanno anche in difesa delle stesse libertà che noi diamo per scontate. Ecco perché ho offerto al presidente Zelenskiy un nuovo importante programma di addestramento militare che potrebbe cambiare l’equazione di questa guerra, sfruttando quella che è la forza più potente: la determinazione ucraina di vincere“.

Secondo quanto riferito da The Guardian, il Governo del Regno Unito ha intenzione di promuovere una significativa operazione per addestrare le forze ucraina raggiungendo un picco di 120.000 soldati in 120 giorni. Sul piano britannico, il primo ministro Boris Johnson ha invitato i partner internazionali a ospitare il programma nel caso in cui la proposta venisse accettata da Kiev.

Vittoria ucraina senza compomessi

Nel corso di una conferenza stampa organizzata nella capitale ucraina, il primo ministro inglese ha riferito che le truppe russe stanno sopportando una “colossale pressione” e ha espresso il proprio sostegno rispetto alla determinazione di Zelensky e del popolo ucraino di rifiutare ogni compromesso con Mosca.

Johnson, inoltre, ha dichiarato: “La spesa per proiettili e altre armi dell’esercito russo è colossale ma le forze inviate da Mosca non hanno ancora raggiunto gli obiettivi che si erano prefissati per la prima settimana di guerra. Siamo qui per sottolineare che vi daremo la resistenza strategica di cui avete bisogno e intensificheremo le sanzioni al regime di Putin – e ha aggiunto –. Lavoreremo insieme per liberare il grano che in questo momento è tenuto in ostaggio da Putin, privando le persone in tutto il mondo e il cibo di cui hanno bisogno”.

Zelensky: “Seconda visita di Johnson a Kiev, non abbiamo dubbi che vinceremo”

In merito alla visita di Boris Johnson, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha scritto sul suo canale Telegram il seguente messaggio: “Abbiamo una visione comune su come procedere verso la vittoria dell’Ucraina. Grazie per il vostro forte supporto! Questa è la seconda visita di Boris Johnson a Kiev dall’inizio dell’invasione su larga scala della nostra terra da parte della Russia. Il nostro confronto con Boris Johnson di oggi è stato, come sempre, il più sincero e concreto possibile. Abbiamo parlato della necessità di aumentare la fornitura di armi pesanti e sistemi di difesa aerea, dell’assistenza economica, della pressione delle sanzioni all’aggressore e delle garanzie di sicurezza per il nostro Stato. Ci stiamo preparando alla ricostruzione dell’Ucraina dopo la nostra vittoria. Non abbiamo dubbi sul fatto che vinceremo“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli