Ucraina, Kiev: "Attacchi Russia in tutto il Paese"

(Adnkronos) - La Russia continua a distruggere le infrastrutture e le case dei civili con attacchi aerei e missilistici sull'intero territorio dell'Ucraina. Lo afferma lo Stato maggiore delle forze armata ucraine sulla sua pagina Facebook, comunicando che "nelle ultime 24 ore, gli invasori russi hanno lanciato 7 missili e 22 attacchi aerei, hanno sparato più di 67 proiettili contro siti militari e civili sul territorio dell'Ucraina, violando le norme del diritto internazionale umanitario. Sono 35 i civili feriti".

"Gli occupanti - si legge continuano a concentrare i loro sforzi sui tentativi di occupare completamente la regione di Donetsk e mantenere i territori conquistati, oltre a interrompere le azioni attive delle forze di difesa in determinate direzioni. Sparano alle posizioni delle nostre truppe lungo la linea di contatto, effettuano ricognizioni aeree e cercano di ripristinare le posizioni perse in determinate direzioni". Più di 35 insediamenti sono stati colpiti da attacchi nemici. Tra questi anche la città di Zaporizhzhia.

Le forze ucraine, nel cielo sopra la regione di Kherson, hanno distrutto un aereo russo Su-25 che ha attaccato le posizioni ucraine e un elicottero nemico. Lo riferisce 'Ukrainska Pravda' che cita il Comando dell'Aeronautica Militare delle Forze Armate dell'Ucraina. Per salvare il pilota russo del caccia, le forze russe hanno inviato un elicottero Mi-8 con una squadra a bordo, che è stato distrutto con successo dagli artiglieri antiaerei della brigata Odessa.

ODESSA - Droni kamikaze russi hanno colpito inoltre la città di Odessa: lo riferisce il Comune citato da Ukrinform. "Il nemico ha colpito tre volte un edificio amministrativo nel centro della città. Le operazioni di soccorso sono in corso, non sono state segnalate vittime", è stato spiegato. Uno dei droni è stato abbattuto dalle forze ucraine.

IZIUM - Sono 447 i cadaveri recuperati nella grande fossa comune scoperta a Izium, la città dell'Ucraina che era in mano ai russi e che è stata riconquistata dalle forze ucraine. Lo riporta il Kiev Independent citando i servizi di emergenza ucraini. Il governatore della regione di Kharkiv Oleh Syniehubov ha precisato che su almeno trenta corpi sono stati individuati segni evidenti di torture.

GRANO - Altre sette navi con un carico di cereali sono partite oggi dai porti dell'Ucraina. Lo ha annunciato il ministero delle Infrastrutture di Kiev dicendo che sono in tutto 218 le navi partite da agosto, dopo l'accordo raggiunto lo scorso 22 luglio a Istanbul tra Russia e Ucraina con la mediazione di Onu e Turchia.