Ucraina libera villaggio nel Luhansk: "Soldati Russia in area Kherson cercano la resa"

(Adnkronos) - I soldati russi rimasti intrappolati sulla riva destra del fiume Dnipro stanno cercando di negoziare la resa. Lo ha detto oggi Nataliia Humeniuk, portavoce del comando meridionale ucraino, citato da Ukrainska Pravda.

I reparti di soldati russi sul lato destro del Dnipro nell'oblast di Kherson sono intrappolati fra l'esercito ucraino e il fiume, perché tutte le vie per attraversarlo sono sotto il fuoco ucraino, afferma la portavoce, secondo la quale molti vorrebbero arrendersi come è avvenuto nell'oblast di Kharkiv.

Tanto più che la strada per tornare indietro in Russia è molto più lunga. "Secondo le nostre informazioni sono demoralizzati, non capiscono il senso di stare al fronte", dice Hameniuk, aggiungendo che alcuni comandanti di unità russe hanno contattato le forze armate ucraine per negoziare la resa.

Intanto viene annunciata la liberazione del villaggio di Bilohorivka, "una vittoria piccola ma simbolica" perché significa che la Russia non controlla più l'intera regione di Luhansk, occupata dai primi di luglio. A sottolinearlo è il Guardian, ricordando che il villaggio è un sobborgo di Lysychansk, città occupata dai russi.

Dopo una sanguinosa battaglia, l'esercito ucraino si era ritirato ai primi di luglio dalle città di Severodonetsk and Lysychansk. Ma ora vi sono notizie non confermate che stiano avanzando verso Lysychansk. E ormai sembra difficile che la Russia possa conquistare tutto il Donbass, di cui fanno parte gli oblast di Luhansk e Donetsk, uno degli obiettivi dichiarati della cosidetta "operazione speciale" russa.