Ucraina, l’ex premier Tymoshenko: “Putin barbaro fascista, porterà la guerra in Europa”

·1 minuto per la lettura
gasdotti siberia puti
gasdotti siberia puti

L’ex premier dell’Ucraina Yulia Tymoshenko ha affermato che Vladimir Putin ha l’obiettivo di conquistare tutto il suo paese per poi volgere l’attenzione ancora più ad ovest. A suo dire il suo scopo sarebbe quello di tornare ai vecchi confini, non quelli dell’Unione Sovietica ma quelli dell’impero russo.

Tymoshenko: “La guerra si allargherà”

Intervistata da Repubblica, la donna ha spiegato che in quest’ottica l’Ucraina è solo il primo passo per prendere possesso e controllo di una parte significativa dell’Occidente. Prima della guerra, ha ricordato, lo zar aveva affermato che i i confini della Nato dovevano tornare quelli del 1997, soprattutto per l’area baltica (Lettonia, Estonia e Lituania). “So che altri Paesi non pensano che la stessa cosa può succedere a loro, ma c’è una lezione che arriva dal passato“, ha continuato dichiarando che il suo stato non si è accorto di ciò che stava succedendo alla Georgia.

Per Tymoshenko, i Paesi europei a est sono dunque in pericolo e gli altri membri della Nato saranno costretti a una guerra globale. “Perciò dico che questa guerra riguarda tutto l’Occidente. Putin ha altri obiettivi, la guerra si allargherà” ha rimarcato non senza definire il presidente russo “un barbaro fascista“.

Tymoshenko: “Putin barbaro fascista”

In primis perché l’aver lanciato una guerra contro “un paese pacifico, democratico ed europeo come l’Ucraina” e l’aver “proceduto con l’eliminazione di anziani, donne e bambini” è secondo lei una conferma della sua natura barbarica. In secondo luogo perché, a differenza di qualcuno che pensa che lui sia pazzo, a suo dire “ha una mente fredda, razionale, cinica con un nucleo oscuro, che arriva dal Medioevo più nero, dietro ai suoi comportamenti“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli