Ucraina, la denuncia: "Bombe al fosforo contro le case"

La guerra in Ucraina non risparmia le abitazioni nel villaggio di Bezruky, nella regione di Kharkiv: 16 case sono state distrutte da attacchi russi nella notte tra sabato e domenica.
Non si registrano vittime, ma molte sono le persone evacuate. E i danni alle infrastrutture civili sono ingenti.

"Negli ultimi tre giorni le forze di occupazione si sono scatenate. Il numero di proiettili che hanno sparato sulle città è enorme - dice Vyacheslav Zadorenko, leader del partito Hromada - i russi non hanno sparato così tanto dai primi giorni di guerra. Ciò che impressiona è che questa notte il nemico ha usato munizioni al fosforo a grappolo sulle infrastrutture civili".

L’uso delle armi al fosforo sui civili è vietato dalle convenzioni internazionali.

Si tratta di ordigni letali, gravemente tossici, che provocano ustioni profonde e dolorose. Possono essere utilizzati solamente a scopo di illuminazione, per spaventare il nemico o per creare una cortina fumogena