Ucraina, Lavrov: "Pericolo reale terza guerra mondiale"

·3 minuto per la lettura
Ucraina, Lavrov:
Ucraina, Lavrov: "Pericolo reale terza guerra mondiale" (AP Photo/Alexander Zemlianichenko, Pool)

Due mesi dopo l'invasione dell'Ucraina, la Russia mette in guardia l'Occidente contro il pericolo "reale" di una terza guerra mondiale. A parlare è il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov. "Una guerra nucleare è inaccettabile. Questa è la posizione della Russia", ha spiegato Lavrov, come riporta l'agenzia Tass.

"La Nato, armando l'Ucraina, effettivamente entra in una guerra per procura contro la Russia. Le armi fornite a Kiev, compresi i sistemi Javelin, potrebbero cadere nelle mani dei terroristi e quindi tornare nei Paesi occidentali", ha precisato.

Lavrov: "Situazione militare determinerà l'accordo"

"Il conflitto ucraino si concluderà con un accordo, ma il suo contenuto dipenderà dalla situazione militare", ha aggiunto Lavrov, in un'intervista all'emittente di Stato. Il ministro russo ha anche dichiarato che gli Stati Uniti e la Gran Bretagna fanno pressioni sull'Ucraina affinché Kiev rimandi i colloqui di pace: "Né gli Stati Uniti, né il Regno Unito consigliano a Zelensky di accelerare i negoziati". E ha sostenuto che i colloqui tra Ucraina e Russia si sono "fermati" perché Mosca non ha ricevuto risposta da Kiev alle sue ultime proposte (senza spiegare i dettagli): "Penso che questo passo indietro sia stato fatto su consiglio dei nostri colleghi americani e britannici, prima di tutto. E forse anche i polacchi hanno giocato un ruolo".

"Mosca proseguirà i negoziati di pace con Kiev - ha però assicurato Lavrov - Ma la buona volontà ha i suoi limiti. E se non è reciproca questo non contribuirà al processo negoziale".

GUARDA ANCHE - Putin e le teoriche fake news: c'era o non c'era rito pasquale?

Ucraina, Mosca accusa Kiev di bombe sul territorio russo

Il governatore della regione russa di Belgorod al confine con l'Ucraina, Vyacheslav Gladkov, ha accusato l'Ucraina di aver bombardato un villaggio, affermando che l'attacco ha ferito due civili e danneggiato diverse case. "Hanno sparato su un villaggio. È già chiaro che ci sono civili feriti. Per il momento, sono due: un uomo colpito a una mano e una donna che ha ricevuto una ferita al collo", ha scritto Gladkov su Telegram precisando che si tratta del villaggio di Jouravliovka. "Ambulanze sono già sul posto. Ci sono case parzialmente distrutte".

GUARDA ANCHE - Bryansk, un altro misterioso incendio in Russia

Usa: "Faremo di tutto per respingere le ambizioni di Putin"

Gli Stati Uniti "faranno tutto il possibile per respingere le ambizioni di Putin di espandersi in Ucraina e oltre". Lo ha affermato la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, aggiungendo: "La Russia non è riuscita a raggiungere i suoi obiettivi in Ucraina grazie al coraggio degli ucraini e al nostro aiuto".

Nuova fossa comune vicino a Mariupol, è la terza

Una terza fossa comune è stata trovata fuori Mariupol, nel villaggio di Staryi Krym. Ne ha dato notizia il consiglio comunale di Mariupol. Si tratta di un'ulteriore estensione delle fosse rilevate dal satellite il 24 marzo e il 7 aprile. L'ultima immagine della serie mostra un nuovo scavo. La lunghezza complessiva è aumentata a oltre 200 metri.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli