Ucraina, Lavrov: “Politica estera dell’Occidente porta a teatri di guerra”

Lavrov guerra Russia
Lavrov guerra Russia

Mentre continua l’offensiva russa in Ucraina, con nuovi bombardamenti e zone colpite, il ministro degli Esteri russo Lavrov ha affermato che le scelte di politica estera degli stati occidentali conducono a teatri di guerra.

Sindaco Melitopol: “Russi preparano referendum”

Il sindaco della città di Melitopol Ivan Fedorov ha affermato che le forze russe starebbero preparando un referendum per l’inizio di settembre. Ha inoltre riferito che, nell’oblast di Zaporizhia, stanno conducendo un censimento porta a porta aggiungendo che coloro che sostengono l’Ucraina saranno espulsi con la forza.

Lavrov: “Politica estera dell’Occidente porta a teatri di guerra”

Il ministro degli esteri russo Serghei Lavrov ha dichiarato che la politica estera dell’Occidente porta costantemente a ricercare sempre più teatri di guerra. Ha poi definito lo status di candidato dell’Ucraina all’ingresso nell’Unione Europea una “mossa geopolitica contro la Russia“.

Il titolare della diplomazia di Mosca ha evidenziato che “le forze armate russe e della autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk (Dpr) stanno riuscendo nei loro compiti nell’ambito dell’operazione militare speciale, cercando di fermare il genocidio dei russi ed eliminando le minacce dirette alla nostra sicurezza“. Secondo lui Kiev sta “perdendo sul campo di battaglia“, e “insieme ai suoi protettori occidentali demonizza il nostro Paese“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli