Ucraina: leader Azov, 'daremo la caccia a russi responsabili attacco a prigione'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Kiev, 29 lug. (Adnkronos) – Il leader dell'unità Azov Andriy Biletsky ha annunciato che darà la caccia a tutti i russi coinvolti, afferma, nell'omicidio di massa di uomini dell'Azov che erano detenuti nella prigione di Olenivka, nella regione di Donetsk, uccisi nell'attacco costato la vita a 53 prigionieri e il ferimento di 75. Si stanno raccogliendo informazioni sulle vittime e sugli autori di questo crimine di guerra, ha scritto su Telegram.

"Nell'attacco alla colonia di Olenivka – ha aggiunto – dove si trova la nostra gente di Azovstal, la scorsa notte i russi hanno ucciso alcuni dei cittadini dell'unità Azov catturati. Il comando russo ha inquadrato l'uccisione di massa di prigionieri come 'azione dell'esercito ucraino'. Ma come era già ovvio, si è trattato di un atto premeditato, il Paese aggressore non conosce il concetto di onore, né il rispetto della Convenzione di Ginevra, delle regole, delle leggi e dei costumi di guerra".

"La Russia – ha detto ancora – non potrebbe sconfiggere Azov in una lotta leale, quindi sta cercando di distruggerlo con il tradimento. A nome dell'unità Azov, io annuncio una caccia a tutti coloro che sono coinvolti nell'omicidio di massa. Ogni esecutore e ogni organizzatore, indipendentemente dalla sua posizione e ubicazione, sarà ritenuto responsabile".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli