Ucraina: Lituania estende stato d'emergenza al confine con Russia e Bielorussia

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Vilnius, 13 set. (Dpa/Europa Press/Adnkronos) – Il Parlamento lituano ha prorogato fino al 16 dicembre lo stato di emergenza in risposta alla guerra in Ucraina, anche se d'ora in poi non si applicherà all'intero territorio ma solo alle zone di confine con Russia e Bielorussia. Allo stesso modo, il parlamento lituano ha ratificato che, da lunedì prossimo, ai cittadini russi sarà vietato l'ingresso nel Paese, misura già annunciata la scorsa settimana insieme ai governi di Estonia, Lettonia e Polonia, secondo il quotidiano 'Lietuvos Rytas'.

Dalla prossima settimana, il Servizio della Guardia di frontiera lituana sarà dunque incaricato di consentire il passaggio solo a quei cittadini russi che soddisfano i criteri stabiliti dall'Esecutivo, fra i quali motivi umanitari, questioni familiari o a coloro che hanno un permesso di soggiorno.

La scorsa settimana i Paesi baltici e la Polonia avevano sostenuto che recarsi nell'Unione Europea non è dev'essere considerato un diritto fondamentale, ma piuttosto un privilegio e considerano inaccettabile che i cittadini di uno Stato aggressore possano viaggiare liberamente in Europa.