Ucraina, Macron a Xi: "Convinca Putin a tornare al tavolo del negoziato"

(Adnkronos) - Emmanuel Macron ha chiesto al presidente cinese Xi Jinping di intercedere con Vladimir Putin per convincerlo a tornare al "tavolo dei negoziati" sulla guerra in Ucraina. Lo ha reso noto l'Eliseo, dopo l'incontro a margine del G20 tra il presidente francese e Xi. Macron "ha chiesto alla Cina di aiutare a trasmettere messaggi al presidente Putin per evitare un'escalation e tornare seriamente al tavolo dei negoziati", ha dichiarato la presidenza francese, secondo cui ha anche esortato il presidente cinese a "unire" le loro "forze" contro la guerra in Ucraina, sottolineando che la "stabilità" del mondo è anche nell'"interesse" della Cina.

È opportuno "unire le forze per rispondere alle principali questioni internazionali, come quella del clima, per citarne una, ma anche alle crisi internazionali come la guerra lanciata dalla Russia in Ucraina, per le quali il G20 è un formato appropriato", ha detto Macron in apertura del loro bilaterale.

"In quanto due potenze importanti nel mondo multipolare, Cina e Francia, Cina ed Europa nel suo insieme, dovrebbero mantenere lo spirito di indipendenza, apertura e cooperazione, continuare a portare avanti sulla strada giusta le relazioni bilaterali e infondere stabilità ed energia positiva nel mondo", le parole del presidente cinese al presidente francese.

"Il mondo deve opporsi in modo risoluto al tentativo di politicizzare le questioni alimentari ed energetiche o usarle come strumenti o armi", ha poi dichiarato il presidente cinese Xi Jinping. "La sicurezza alimentare ed energetica - ha aggiunto - rappresenta la sfida più incalzante nello sviluppo globale: la causa originaria dell'attuale crisi - ha aggiunto - non risiede nell'offerta o nella domanda ma nell'interruzione delle catene di rifornimento e nella cooperazione internazionale".

"L'uscita da tutto ciò- ha proseguito - consiste nel rafforzamento della cooperazione nella supervisione e regolamentazione dei mercati, con il coordinamento delle Nazioni Unite e di altre organizzazioni multilaterali, la creazione di partnership sulle merci, lo sviluppo di un mercato delle merci stabile, sostenibile, aperto, la cooperazione al fine di sbloccare le catene di rifornimento e stabilizzare i prezzi dei mercati". Xi ha poi chiesto la rimozione delle sanzioni unilaterali e la revoca delle restrizioni sulla cooperazione scientifica e tecnologica.

FRANCIA-CINA: "NO A USO ARMI NUCLEARI" - Emmanuel Macron e Xi Jinping hanno quindi "ribadito la loro posizione ferma sulla prevenzione dell'uso delle armi nucleari", si legge nella nota dell'Eliseo, nella quale si sottolinea che Macron ha espresso "profonda preoccupazione per la decisione della Russia di continuare la guerra in Ucraina: le conseguenze di questo conflitto vanno oltre i confini europei e devono essere superate attraverso uno stretto coordinamento tra Francia e Cina".

"I due capi di Stato hanno riaffermato il loro impegno al rispetto dell'integrità territoriale e della sovranità dell'Ucraina e hanno concordato sull'urgenza della de-escalation - afferma ancora l'Eliseo -. Il presidente Xi ha sostenuto le iniziative intraprese" da Macron per lavorare per la pace.

La discussione si è concentrata anche sulle conseguenze del conflitto sul resto del mondo. "Macron ha sottolineato che il contributo dei membri del G20 sarà fondamentale per calmare i mercati agricoli. A questo proposito, ha fatto riferimento agli sforzi compiuti dalla Francia e dall'Unione Europea, tra cui l'esportazione di cereali ucraini via terra e via fiume", ricorda l'Eliseo.

Nell'attuale contesto di crisi, i due presidenti si sono confrontati sulle azioni da intraprendere per sostenere il finanziamento delle economie più vulnerabili e hanno espresso la loro determinazione a fare progressi nell'attuazione del quadro comune del debito e hanno sollevato il caso particolarmente urgente dello Zambia.

Sul fronte bilaterale, hanno espresso la volontà di continuare a consolidare il partenariato strategico tra Francia e Cina, in particolare nei settori aeronautico, nucleare civile e agroalimentare, per una relazione equilibrata e reciprocamente vantaggiosa.

Infine, Macron e Xi hanno discusso della cooperazione sulle questioni globali, in particolare il cambiamento climatico e la protezione della biodiversità: il presidente ha ribadito il sostegno della Francia agli impegni assunti dalla Cina in materia di decarbonizzazione dell'economia cinese.