**Ucraina: Mattarella, 'cultura non è isola, guerra non spezzi legami tra popoli europei'**

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Braga, 4 mag. (Adnkronos) – "In questo momento in cui la guerra è tornata sul continente europeo, con migliaia di vittime e devastanti distruzioni che così profondamente lacerano vite umane e luoghi, dobbiamo riaffermare con tenacia che cultura e innovazione devono rappresentare strumenti di dialogo, pace e futuro. Le nostre tre Fondazioni devono continuare a svolgere la loro preziosa azione di stimolo. Non perdiamo mai di vista questa essenziale funzione". Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo a Braga, in Portogallo, al 15/mo Simposio Cotec, dal titolo 'Culture meets Innovation'.

"Permettetemi di concludere citando l’esperienza di una piccola isola del Mediterraneo, Procida -vero e proprio patrimonio culturale vivente- che per il 2022 è stata designata Capitale italiana della Cultura. Il motto che hanno scelto è 'la cultura non isola'. Auspico -ha ribadito il Capo dello Stato- che, in un contesto internazionale così difficile, sappiamo farlo nostro, per ribadire i fili che legano i popoli europei fra loro, che non possono venire meno, per colpa di chi ha fatto ricorso alla brutalità della violenza e della guerra".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli