Ucraina: Mattarella, 'pace giusta e necessaria per restituire indipendenza violata'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Bergamo, 22 nov. (Adnkronos) – "Oggi una guerra nella nostra Europa, provocata dall’aggressione della Federazione Russa all’Ucraina, ci sta facendo ripiombare nel timore di un incubo che pensavamo non potesse più ripresentarsi. Una guerra contrassegnata da atroci crudeltà e, in questi giorni, dal disegno di tenere milioni di persone al buio e al freddo d’inverno. Di fronte a questi misfatti l’Unione europea ha reagito con compattezza, insieme alla comunità internazionale, assicurando solidarietà all’Ucraina e alla sua resistenza. Una reazione importante, che ha come orizzonte la costruzione di una pace giusta e necessaria, capace di restituire a quel Paese la piena indipendenza violata". Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando a Bergamo in ocacsione dell'inaugurazione dell'assemblea dell'Anci.

"Saranno presto qui con voi -ha ricordato il Capo dello Stato- i sindaci di Kiev, di Leopoli e di Bucha. Sono i benvenuti! L’invito che avete rivolto loro è una conferma dei sentimenti di umanità e di vicinanza che si trovano nell’animo degli italiani. Sentimenti che si sono espressi in questi mesi nell’accoglienza di migliaia di profughi e nella fraternità dimostrata in tante città e in tanti borghi".