Ucraina, due missili cadono sul suolo polacco. Due vittime

Un incidente? Un tragico errore? Attacco deliberato? O fatalità?

I vigili del fuoco del villaggio polacco di Przewodow, a 10 km dal confine con l'Ucraina, hanno confermato che due persone sono morte a seguito di due esplosioni che hanno colpito un sito dove si essiccano i cereali. Colpito anche un fienile.

Testimoni citati dal giornale dicono di aver udito due esplosioni. I vigili stanno "cercando di stabilire con esattezza le cause e le circostanze dell'incidente", ha detto un loro portavoce. L'intera zona è stata isolata.

Convocato d'urgenza il Consiglio di difesa

La riunione del Comitato di sicurezza polacco, con il presidente Andrzej Duda e il premier Mateusz Morawiecki, è in corso. Alle 21 è stata convocata una riunione urgente dell'esecutivo di Varsavia.
Lo riferiscono i media polacchi.

Ungheria, convocato Consiglio di difesa

Il premier ungherese Viktor Orban ha convocato il Consiglio di difesa, in risposta all'interruzione del  trasferimento di petrolio attraverso l'oleodotto Druzhba e dopo che i missili hanno colpito il territorio della Polonia. Lo scrive su Twitter il portavoce di Orban, Zoltan Kovacs.

Usa: "Prendiamo sul serio la sicurezza delle nostre truppe"

"Prendiamo la sicurezza delle nostre truppe molto seriamente, ovunque si trovino. Il nostro impegno verso l'articolo 5 della Nato è chiarissimo: difenderemo ogni centimetro di territorio della Nato". 
Lo ha detto il portavoce del Pentagono, il generale Pat Ryder, in un briefing con la stampa, rispondendo ad una domanda sui militari Usa stanziati in Polonia, dopo che si è diffusa la notizia dei missili russi caduti in teritorio NATO.

Manuel Balce Ceneta/Copyright 2022 The AP. All rights reserved.
Il portavoce del Pentagono, Pat Ryder. (Arlington, 15.11.2022) - Manuel Balce Ceneta/Copyright 2022 The AP. All rights reserved.

Mosca nega

La Russia non ha lanciato alcun attacco missilistico vicino alla frontiera ucraino-polacca. Lo ha detto il ministero della Difesa russo, citato dalla Tass. 
Poi è giunta la dichiarazione ufficiale del ministero della Difesa russo: 
"Le dichiarazioni dei media e dei funzionari polacchi sulla presunta caduta di missili "russi" nell'area di Przewodow è una provocazione deliberata per far degenerare la situazione. Nessun attacco su obiettivi vicini al confine ucraino-polacco è stato effettuato da missili russi. I rottami pubblicati dai media polacchi dalla scena del villaggio di Przewodow non hanno nulla a che fare con le armi russe".

Euronews
La dichiarazione del ministero della Difesa russo. - Euronews

Zelensky: "Escalation significativa"

L'attacco al territorio della Nato è "un'escalation molto significativa" ed "è necessario agire". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, riporta Nexta. "Il terrore non si limita ai nostri confini nazionali. Missili russi hanno colpito la Polonia... lanciare missili al territorio Nato, questo è un attacco missilistico russo alla sicurezza collettiva. E' un'escalation molto significativa. Dobbiamo agire".

Secondo il consigliere di Zelensky, Mykhailo Podolyak, "gli attacchi sul territorio della Polonia non sono un incidente, ma sono deliberatamente pianificati dalla Russia e camuffati da errore".

Fonti NATO: "Nostra reazione dipenderà da chi ha lanciato i missili"

"La reazione della NATO dipenderà da chi li ha lanciati". Lo ha detto alla Tass, secondo quanto riporta l'agenzia russa, una fonte diplomatica nella missione di un Paese europeo a Bruxelles. "La reazione della NATO all'incidente dipenderà dalle dichiarazioni della Polonia" sull'appartenenza "di questi razzi, se fossero missili russi o razzi di difesa aerea ucraini".

Charles Michel (Consiglio europeo): "Sono sconvolto"

"La notizia di un missile o di altra munizione che ha ucciso delle persone in territorio polacco mi ha sconvolto. Le mie condoglianze alle famiglie. Siamo al fianco della Polonia. Sono in contatto con le autorità polacche, i membri del Consiglio europeo e altri alleati".
Lo scrive su Twitter il presidente del Consiglio Ue, Charles Michel

L'Italia in Polonia

L'Aeronautica Militare italiana è presente in Polonia con una task force di quattro caccia Eurofighter a difesa dello spazio aereo NATO, con base a Malbork, dove si trovano cento militari italiani.