Ucraina, morti oltre 4.000 civili da inizio conflitto - Onu

Bandiere di Russia e Ucraina

GINEVRA (Reuters) - Oltre 4.000 civili sono stati uccisi in Ucraina dall'inizio dell'invasione russa il 24 febbraio, anche se il numero reale è probabilmente molto più alto.

Lo dice in un comunicato l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani (Ohchr).

In totale sono state uccise 4.031 persone, tra cui quasi 200 bambini, secondo l'Ohchr, che ha decine di osservatori nel Paese. La maggior parte è morta a causa di armi esplosive ad ampio impatto, come i bombardamenti dell'artiglieria pesante o gli attacchi aerei.

L'Ohchr non ha attribuito la responsabilità delle morti. La Russia ha negato di aver preso di mira civili nel conflitto.

(Tradotto da Michela Piersimoni, editing Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli