Ucraina, morto un foreign fighter italiano: aveva 27 anni

Ucraina, morto un foreign fighter italiano: aveva 27 anni (Foto Facebook)
Ucraina, morto un foreign fighter italiano: aveva 27 anni (Foto Facebook)

Nel corso di un combattimento con la Legione Internazionale di difesa dell'Ucraina contro l'esercito russo ha perso la vita il foreign fighter Benjamin Giorgio Galli, 27enne originario di Varese. Dalle prime ricostruzioni pare che il giovane sia stato ucciso da una bomba a grappolo.

VIDEO - "Arrendetevi o fuggite", l'offerta ucraina ai soldati russi

Il profilo Facebook del foreign fighter italo-olandese è stato sommerso da messaggi di cordoglio dopo la notizia della sua morte. Il 27enne, morto in battaglia, viene definito "eroe dell'Ucraina". A rendere nota la notizia della sua scomparsa è stata la madre, Mirjam Van der Plas, che all'agenzia La Presse ha dichiarato: "Io e mio marito ci troviamo a Kiev dove stiamo aspettando i documenti per poter rimpatriare la salma di nostro figlio in Olanda dove è residente".

LEGGI ANCHE: L'atteso nuovo discorso alla nazione di Vladimir Putin

Il giovane, fa sapere la madre, "era soddisfatto della sua scelta. Sapeva di poter morire ma si sentiva al posto giusto. Ha deciso di partire perché voleva aiutare le persone che erano in difficoltà a causa di questa guerra che definiva una grande ingiustizia". Dalle informazioni apprese dai genitori, Benjamin è stato ucciso "nella zona di Kharkiv". Nella brigata internazionale "ha trovato delle grandi persone, dei fratelli in armi. Ci hanno raccontato che teneva alto il morale di tutta la compagnia", ha riferito la donna.

LEGGI ANCHE: Ucraina, Stoltenberg: "Referendum Russia una farsa, escalation di Putin"

"Il vostro compagno è morto da eroe questa settimana", ha detto il padre Gabriel rivolgendosi agli amici di Benjamin. Prossimamente sarà organizzata una messa in suo ricordo anche a Bedero Valcuvia, in provincia di Varese, dove di tanto in tanto faceva ritorno. In molti lo ricordano come un appassionato di soft air. Dalla scorsa primavera, il 27enne aveva lasciato l'Olanda per raggiungere l'Ucraina e solo pochi giorni prima della sua morte aveva detto al padre che, una volta tornato dalla guerra, si sarebbe concesso un anno di vacanza.