Ucraina, Mosca consegna a Kiev decine di corpi soldati Azovstal

Ucraina, Mosca consegna a Kiev decine di corpi soldati Azovstal (AP Photo)
Ucraina, Mosca consegna a Kiev decine di corpi soldati Azovstal (AP Photo)

La Russia ha iniziato a consegnare all'Ucraina i corpi di decine di soldati morti nella difesa dell'acciaieria Azovstal di Mariupol. I cadaveri dovranno ora essere identificati attraverso il dna, ha spiegato Maksym Zhorin, ex leader del reggimento Azov ora comandante di un'unità dell'esercito di Kiev. Lo riporta l'Ap sul suo sito.

GUARDA ANCHE - I russi trovano un camion oltre 150 cadaveri nell'Azovstal. "Messa in scena di Kiev"

Ucraina, 10mila residenti Mariupol imprigionati in campi filtrazione

Gli occupanti russi hanno imprigionato 10mila residenti di Mariupol nei sei campi di filtrazione della città. Lo ha comunicato il consigliere del sindaco di Mariupol Petro Andyushchenko.

Zelensky: "2.500 combattenti Azovstal prigionieri dei russi"

Circa 2.500 combattenti dello stabilimento metallurgico Azovstal di Mariupol sono prigionieri dei russi dopo essersi arresi. Lo ha confermato il presidente ucraino, Volodymyr Zelenskyy, citato dal quotidiano ucraino Strana.ua, come riporta la Ria Novosti.

Ucraina, ministro Giustizia: "Allestito campo per prigionieri russi"

In Ucraina è stato allestito un campo per prigionieri di guerra russi. Lo ha annunciato il ministro della Giustizia Denis Malyuska in una trasmissione televisiva. In programma uno scambio tra prigionieri di ambo le parti.

GUARDA ANCHE - Kiev: "Bombe russe sulle ferrovie". Mosca: "Colpiti tank donati dall'Europa"

L'esercito ucraino uccide un altro generale russo

I media statali russi hanno confermato la morte di uno dei massimi generali dell'esercito di Mosca, avvenuta durante i combattimenti nel Donbass. Il generale Roman Kutuzov è stato ucciso dalle Forze ucraine durante un assalto. Kutuzov era al comando delle truppe dell'autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk.

Oltre 75mila euro alle famiglie dei soldati russi uccisi in guerra

Le famiglie dei soldati della Guardia nazionale russa morti in Ucraina o in Siria riceveranno un risarcimento di cinque milioni di rubli (75.900 euro circa). Lo indica un decreto firmato dal presidente russo Vladimir Putin. "In caso di morte di militari in servizio nella Guardia nazionale che hanno preso parte all'operazione speciale (in Ucraina) o hanno svolto missioni speciale in Siria, i loro familiari riceveranno un risarcimento di cinque milioni di rubli", si legge nel decreto pubblicato sulla Gazzetta ufficiale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli