Ucraina, Mosca schiera temuti missili Iskander: ecco cosa sono

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 24 apr. (askanews) - La Russia - dopo aver dichiarato venerdì di voler controllare tutta l'Ucraina meridionale - ha schierato i lanciamissili mobili Iskander-M a 60 chilometri dal confine ucraino. Lo ha affermato lo stato maggiore delle forze armate ucraine. "Quindi il nemico ha aumentato il numero di truppe nella regione di Belgorod trasferendo e concentrando unità aggiuntive", hanno affermato le forze armate ucraine nel loro aggiornamento quotidiano mattutino. "Secondo le informazioni disponibili, i lanciatori Iskander-M sono stati schierati a 60 km dal confine con l'Ucraina", è stato affermato.

Il complesso Iskander è un'arma ad alta precisione con un raggio di tiro fino a 500 chilometri. La testata missilistica può distruggere quasi tutti i bersagli: posti di comando nemici, colonne di equipaggiamento, sistemi di difesa aerea.

Gli Iskander hanno due tipi di missili: da crociera e balistici. Il primo vola a bassa quota, può aggirare ostacoli. Il secondo vola nella stratosfera, si muove lungo una chiara traiettoria e sferra un colpo improvviso. Entrambi i missili colpiscono con precisione matematica.

Le coordinate del bersaglio provengono da varie fonti: dati da droni, satelliti, lavoro di intelligence. Tutte le informazioni sotto forma di codici e chiavi fluiscono al quartier generale della brigata missilistica e da qui, tramite comunicazione cablata, i dati vengono inviati al lanciatore per il lancio sugli obiettivi nemici appena identificati. Dopo ogni lancio, il complesso cambia posizione, quindi è difficile per il nemico capire da dove provenga l'attacco.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli