Ucraina: Nato, 'Usa siano i primi a firmare il Trattato di sicurezza di Kiev'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Washington, 14 set. (Adnkronos) – È importante che gli Stati Uniti diventino il primo paese garante a firmare il Kyiv Security Compact, ha affermato il Segretario generale della Nato Anders Fogh Rasmussen. "Penso che sia importante che gli Stati Uniti siano i primi a firmarlo e sono sicuro che molti paesi seguiranno l'esempio", ha detto Rasmussen alla televisione Usa, precisando che sarebbe molto importante anche la partecipazione al Trattato di sicurezza di Kiev di Gran Bretagna, Francia, Germania, Paesi baltici e scandinavi. "Ci potrebbe essere anche la Turchia – ha aggiunto – Cercherò partner affidabili che dovranno dare garanzie".

"È molto importante firmare il Trattato il prima possibile, perché se diciamo che un tale accordo sulla sicurezza è possibile solo dopo la fine della guerra, allora incoraggeremo Putin a continuare il conflitto", ha osservato Rasmussen annunciando che l'accordo entrerà in vigore immediatamente dopo la firma. "Le migliori garanzie di sicurezza che l'Ucraina può ottenere – ha affermato – è quella di disporre di forze armate forti e potenti per resistere a qualsiasi attacco della Russia, e questa è la base del documento".

"I paesi garanti si impegnano a fornire tutte le armi, tutto l'equipaggiamento di cui l'Ucraina ha bisogno, tutta la formazione necessaria, a condurre manovre congiunte o aiutare l'Ucraina a costruire un potente sistema di difesa". Ciò non significa – ha osservato – che le truppe alleate saranno inviate in Ucraina, ma che "forniremo tutta l'assistenza necessaria per resistere alle pressioni della Russia".