Ucraina: no accordi che permettano a Russia di mantenere territori occupati

Mykhailo Podolyak, consigliere politico del presidente ucraino, parla durante un'intervista a Kiev

KIEV (Reuters) - Un alto funzionario ucraino ha ribadito il rifiuto di Kiev a negoziare un qualsiasi accordo di pace che permetta a Mosca di mantenere il territorio ucraino occupato dalle forze russe.

Il presidente russo Vladimir Putin, parlando con il leader turco Tayyip Erdogan, ha affermato che Mosca è aperta al dialogo sull'Ucraina, ma che Kiev dovrà accettare la perdita dei territori rivendicati dalla Russia, secondo quanto ha riferito il Cremlino.

"Assioma: perché sarà impossibile fare un accordo con la Federazione Russa?", ha scritto su Twitter Mykhailo Podolyak, consigliere dell'ufficio del presidente ucraino.

"La Federazione Russa (Putin) sotto la parola 'colloqui' offre all'Ucraina e al mondo di riconoscere 'il suo diritto di occupare territori stranieri' e 'di determinare l'assenza di conseguenze legali per le uccisioni di massa su territorio straniero'. È del tutto inaccettabile".

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Francesca Piscioneri)