Ucraina: Novelli (Fi), 'Mattarella mette a tacere distinguo Anpi'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 23 apr. (Adnkronos) – "Le parole del presidente Mattarella mettono la parola fine alle polemiche e a tacere i distinguo dell'Anpi". Lo afferma il deputato di Forza Italia Roberto Novelli. "Per nascondere l'imbarazzo -aggiunge- l'associazione si è nascosta dietro un poco credibile vittimismo, come nel caso delle recenti dichiarazioni del presidente di Anpi Udine Spanghero con cui ha invitato a non strumentalizzare le parole del presidente nazionale Pagliarulo".

"Non c'è bisogno di strumentalizzazioni per screditare l’Associazione nazionale partigiani d’Italia: sono sufficienti le frequenti prese di posizione di autorevoli esponenti dell'associazione, e le polemiche sorte intorno alle dichiarazioni del presidente Pagliarulo sulla guerra in Ucraina non sono che l'ultima puntata di una saga che ha visto, solo per citare alcuni episodi, il tentativo di monopolizzare la Resistenza minimizzando il ruolo svolto dai partigiani 'bianchi', la marginalizzazione dalla Brigata ebraica per una vicinanza ideologica alla causa palestinese, il riduzionismo, quando non il negazionismo, dell'eccidio di Porzûs, delle Foibe, dell'esodo giuliano-dalmata e istriano. Pagine di storia ignorate per lungo tempo -conclude Novelli- e che avrebbero meritato, queste sì, una commissione d'inchiesta, che avrebbe evidenziato connivenze, se non responsabilità dei partigiani comunisti".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli