Ucraina, Onu invierà squadra per indagare su fosse comuni a Izium

featured 1649119
featured 1649119

Roma, 16 set. (askanews) – L’Ufficio dell’Alto Commissario per i diritti umani delle Nazioni Unite (Ohchr) vuole inviare una squadra a Izium, in Ucraina, nella regione di Karhkiv, dopo che le autorità di Kiev e il presidente Volodymyr Zelensky hanno detto che sono state ritrovate fosse comuni nella città da poco liberata dalle forze ucraine e che ci sono prove di esecuzioni.

“È chiaro che qualsiasi notizia di questo tipo è scioccante. Ed è per questo che è importante stabilire le circostanze della morte delle persone che potrebbero trovarsi in queste fosse comuni” ha detto la portavoce Elizabeth Throssell durante il briefing delle Nazioni Unite a Ginevra.

Le autorità ucraine parlano di una fossa comune con circa 440 cadaveri. La Commissione d’inchiesta dell’Onu sull’Ucraina ha già ricevuto molteplici accuse di possibili crimini di guerra commessi dalle forze russe in altre città del Paese, come Bucha e Irpin.

Igor Klymenko, a capo della polizia ucraina, ha dichiarato: “Ad oggi, posso dire che ci sono almeno 10 ‘centri di tortura’ (scoperti) sul territorio degli insediamenti (nella regione di Kharkiv). Due centri di tortura nella città di Balakliya”.