Ucraina, Orsini: "Italia non deve più inviare armi pesanti"

(Adnkronos) - "L'Italia non deve più inviare armi pesanti all'Ucraina, l'Italia deve sostituirsi alla Turchia e assumere il ruolo di guida della diplomazia". Il professor Alessandro Orsini, a Cartabianca, si esprime così sul ruolo dell'Italia nel quadro della guerra tra Ucraina e Russia. "Questo conflitto potrà essere risolto solo se un paese assumerà la guida della diplomazia nell'Unione Europea. Uno dei 3 paesi principali dell'Ue deve assumere questo ruolo: Italia, Germania o Francia. L'Italia non deve più inviare armi pesanti: se lo facesse, godrebbe di stima enorme in tante parti del mondo. Subito dopo, l'Italia dovrebbe battersi per il cessate il fuoco facendo quello che fa Erdogan, il presidente della Turchia, che incontra Putin", dice Orsini.

"Quando è scoppiata la guerra il 24 febbraio, io ho detto che bisognava trattare subito con Putin perché la trattativa avrebbe riguardato il Donbass. Ora, dopo aver fatto sprofondare l'Ucraina, bisogna recuperare 4 regioni: se non trattiamo ora su 4 regioni, a marzo rischiamo di dover trattare su 6 regioni. Se avessimo trattato il 24 febbraio, l'Ucraina starebbe molto meglio", aggiunge.