Ucraina: De Petris, 'bene Draghi con Putin, evitare carestia è prima emergenza'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 27 mag. (Adnkronos) – "L'iniziativa di Draghi con la telefonata a Putin è una mossa che va finalmente nella giusta direzione, quella che indichiamo sin dall'inizio di questa tragedia: cercare strenuamente spazi di dialogo e trattativa”. Così la capogruppo di LeU al Senato Loredana De Petris.

“Oggi la minaccia più grave è rappresentata dal rischio di una carestia che sta per abbattersi su decine di milioni di esseri umani e che anzi, come ha giustamente segnalato Draghi, in alcuni Paesi dell'Africa è già una tremenda realtà. Sbloccare le navi con i carichi di grano non è un'urgenza tra le tante ma la prima e assoluta emergenza. Dobbiamo sperare tutti, oggi, che l'iniziativa italiana abbia successo e che Russia e Ucraina trovino un'intesa per consentire alle navi di partire prima che si compia una catastrofe umanitaria senza precedenti. E tutti dobbiamo adoperarci prima di tutto per questo obiettivo”, conclude la presidente De Petris.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli