Ucraina: portavoce ministro Difesa, 'anche italiani nella nostra Legione internazionale'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 28 apr. (Adnkronos) – Le risulta la presenza di cittadini italiani fra coloro che sono partiti dall’Europa per dare una mano al popolo e all’esercito ucraini? "I cittadini stranieri hanno la possibilità di aiutare l’Ucraina con le armi in mano. Ad ora sappiamo che alla nostra Legione internazionale hanno aderito i rappresentanti di più di 50 paesi, inclusa Italia". Così risponde all'Adnkronos il colonnello Oleksandr Motuzianyk, portavoce e rappresentante ufficiale del ministro della Difesa dell'Ucraina Alexei Reznikov.

il Portavoce aggiunge: "Ad oggi ci sono tantissime persone in tutto il mondo che sostengono la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina e forniscono aiuto globale alle Forze Armate ucraine dall’inizio della guerra. Molti cittadini di Polonia, Romania, Gran Bretagna, Francia, Spagna, Italia e i rappresentanti delle organizzazioni benefiche dell’Europa forniscono costantemente aiuti finanziari e materiali".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli