Ucraina: premier, 'danni per 2 mld di dollari per attacchi a settore energetico'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Kiev, 23 nov. (Adnkronos) – Il primo ministro ucraino Denys Shmyhal ha dichiarato che gli attacchi russi alle infrastrutture energetiche del Paese hanno causato danni per oltre 1,9 miliardi di dollari. 70 squadre di riparazione, composte da oltre 1.000 specialisti, stanno lavorando per ripristinare le reti elettriche del paese, ha aggiunto il premier.

Dopo una serie di pesanti attacchi missilistici sulle infrastrutture energetiche dell'Ucraina, praticamente tutte le grandi centrali termiche e idroelettriche del paese sono state danneggiate, secondo Volodymyr Kudrytskyi, capo dell'operatore di rete statale ucraino Ukrenergo. La Russia ha preso di mira le infrastrutture critiche dell'Ucraina dall'inizio di ottobre, ammettendo che le strutture energetiche del paese sono il suo obiettivo principale. Secondo la Convenzione di Ginevra, l'attacco a infrastrutture pubbliche vitali è un crimine di guerra.