In Ucraina primo processo per stupro contro un militare russo

(Adnkronos) - L'ufficio del procuratore ucraino ha deciso di avviare un processo per un caso di stupro da parte di militari russi. Si tratta del primo processo per questo reato a carico di un soldato di Mosca. "Mikhail Romanov - ha scritto su Facebook il procuratore generale Irina Venediktov - è un militare del 239° reggimento della 90° divisione Carro armato delle guardie Vitebsk-Novgorod delle forze armate della Federazione Russa e sarà processato per l'omicidio di un civile e per violenza sessuale contro sua moglie".

L'ufficio del procuratore regionale di Kiev e il servizio di sicurezza dell'Ucraina hanno stabilito che a marzo, durante l'occupazione del distretto di Brovary, “un uomo ha fatto irruzione in una casa in uno dei villaggi e ha sparato al suo proprietario. Un soldato ubriaco e un altro occupante hanno violentato più volte sua moglie subito dopo l'omicidio. Hanno minacciato la donna con armi e violenze, anche contro il figlio, che in quel momento si trovava nelle vicinanze”. Venediktov ha espresso fiducia che l'esercito russo non sfuggirà a un processo equo e alle proprie responsabilità davanti alla legge, "anche se l'accusato al momento non è ancora nelle nostre mani".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli