Ucraina: Prodi, 'per stop guerra serve intervento Usa e Cina'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 21 set. (Adnkronos) – "Per questa ipotetica sfida di Putin, non penso che nessuno sia attrezzato. Le minacce più o meno velate di Putin appaiono come i peggiori propositi del mondo e i 300mila riservisti che ha richiamato sono un problema grandissimo, ma anche per lui perché quando ci si riferisce a una leva obbligatoria è un segno di difficoltà". Così Romano Prodi, ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo su La7.

"Finché gli Stati Uniti e la Cina non mettono le cose a posto, penso che sia difficile che le trattative tra Russia e Ucraina proseguano. La mobilitazione annunciata oggi dal presidente russo significa che Putin non vuol perdere sul fronte, e quindi lo scontro si è trasformato in una guerra di trincea. Per farla finire, non basta una trattativa tra Ucraina e Russia, devono intervenire i loro due protettori, Stati Uniti e Cina".