Ucraina, proseguono scontri malgrado tregua per Natale ortodosso proposta da Russia

Fumo dalla città di Bakhmut, in seguito agli attacchi russi, in Ucraina

KIEV/BAKHMUT, UCRAINA (Reuters) - Russia e Ucraina hanno attaccato a vicenda le loro posizioni nell'Ucraina orientale senza alcun segno che avrebbero osservato un cessate il fuoco di 36 ore ordinato unilateralmente e con breve preavviso dal presidente russo Vladimir Putin, per celebrare il Natale ortodosso nella regione.

Questa mattina - la vigilia di Natale per la Russia e per molti ucraini - i proiettili russi hanno colpito Kramatorsk, una città ucraina vicino al fronte nella regione industriale di Donetsk, che la Russia rivendica come proprio territorio.

"Kramatorsk è sotto attacco. Restate nei rifugi", ha scritto il sindaco della città Oleksandr Honcharenko sui social media. Non ha fornito dettagli sui danni.

Il Cremlino aveva ordinato l'inizio della tregua alle ore 12,00, senza specificare il fuso orario di riferimento. A Mosca, sarebbero le 10,00 italiane.

La Russia ha invaso l'Ucraina il 24 febbraio 2022, dando inizio a una guerra che ha ucciso decine di migliaia di persone, creato milioni di sfollati e ridotto in macerie le città. L'Ucraina ha respinto la Russia da parte del proprio territorio, ma le battaglie infuriano nelle città orientali e meridionali e la Russia ha scatenato raffiche di attacchi aerei sulle infrastrutture civili.

Ieri, in un annuncio a sorpresa dell'ultimo minuto, Putin ha ordinato unilateralmente alle truppe russe di osservare un cessate il fuoco da oggi per tutta la vigilia e per il giorno di Natale ortodosso, una mossa che è stata respinta come un trucco dall'Ucraina e dagli alleati di Kiev.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha respinto l'idea, affermando che l'obiettivo era fermare l'avanzata delle forze ucraine a Donetsk e nella più ampia regione orientale del Donbass e portare più forze di Mosca.

"Ora vogliono usare il Natale come copertura, anche se brevemente, per fermare l'avanzata dei nostri ragazzi nel Donbass e portare attrezzature, munizioni e truppe mobilitate più vicino alle nostre posizioni", ha detto Zelensky ieri sera in un discorso video.

"Cosa ne otterranno? Solo un ennesimo aumento delle loro perdite totali", ha aggiunto.

Lo stato maggiore militare ucraino ha affermato che i soldati hanno respinto numerosi attacchi russi nell'ultimo giorno, con Mosca concentrata sul tentativo di conquistare le città nel Donetsk, tra cui Bakhmut, che ha visto le battaglie più pesanti nelle ultime settimane.

"Il nemico sta concentrando i suoi sforzi principali sui tentativi di stabilire il controllo nella regione di Donetsk" senza successo, ha affermato lo stato maggiore in una nota, aggiungendo che sia l'Ucraina che la Russia hanno lanciato numerosi attacchi aerei nelle ultime 24 ore.

Reuters non ha potuto verificare in modo indipendente gli ultimi resoconti sul campo di battaglia.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha suggerito che l'offerta di un cessate il fuoco da parte di Putin fosse un segno di disperazione. "Penso che stia cercando di trovare un po' di ossigeno ", ha detto ai giornalisti alla Casa Bianca.

L'ambasciatore russo a Washington, Anatoly Antonov, ha risposto su Facebook: "Washington è pronta a combattere con noi 'fino all'ultimo ucraino'".

La Chiesa ortodossa russa celebra il Natale il 7 gennaio. La principale Chiesa ortodossa ucraina è stata riconosciuta come indipendente dalla gerarchia ecclesiastica dal 2019 e rifiuta qualsiasi nozione di fedeltà al patriarca di Mosca. Molti credenti ucraini hanno spostato il loro calendario per celebrare il Natale il 25 dicembre, come in Occidente.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Stefano Bernabei)