Ucraina, Putin dichiarerà vittoria prima del 7 ottobre? L'ipotesi

Russian President Vladimir Putin chairs a meeting with members of the government via video link at the Kremlin in Moscow, Russia July 25, 2022. Sputnik/Pavel Byrkin/Kremlin via REUTERS ATTENTION EDITORS - THIS IMAGE WAS PROVIDED BY A THIRD PARTY.
Ucraina, Putin dichiarerà vittoria prima del 7 ottobre? L'ipotesi

Non si fermano le atrocità del conflitto in Ucraina, dove aumentano vittime, sfollati, profughi e feriti. La fine della guerra appare lontana, ma secondo Garry Kasparov, ex campione mondiale di scacchi e oppositore del Cremlino, Putin potrebbe dichiarare vittoria nei prossimi mesi. Quando e perché ciò potrebbe avvenire?

VIDEO - Eurovision 2023: niente Ucraina, ecco dove si farà

Si era detto che la guerra in Ucraina sarebbe finita il 9 maggio, in occasione della "Giornata della vittoria". Al contrario, il conflitto non si è fermato e le devastazioni proseguono senza sosta dallo scorso 24 febbraio. Ad avanzare una nuova ipotesi sulla fine della guerra è l'oppositore del Cremlino Garry Kasparov.

LEGGI ANCHE: Ucraina, Erdogan vedrà Putin il 5 agosto a Sochi

A sua detta, infatti, il presidente russo potrebbe dichiarare vittoria "entro il 7 ottobre, per il compleanno di Putin", in quanto "i dittatori amano molto gli anniversari". Quindi ha aggiunto: "Avrà 70 anni, penso che la dichiarazione sia prevista per questa data".

Per Kasparov, a Mosca "ha preso piede un certo buon senso", comprendendo "che non è possibile vincere la guerra nella misura prevista, quindi è necessario sistemare acquisizioni territoriali e condurre trattative da una posizione di forza".

Eppure, al momento, la situazione in Ucraina appare critica. "Continuano i combattimenti inconcludenti sia nel Donbass sia a Kherson. I comandanti russi continuano a trovarsi di fronte a un dilemma: se impiegare le risorse per l'offensiva a Est o rafforzare la difesa a Ovest", spiega il Ministero della Difesa britannico nel report quotidiano.

GUARDA ANCHE - Shevchenko: "L'Ucraina? Difende il futuro del mondo"

Non si ferma neppure la resistenza del popolo ucraino, che continua a lottare per difendere la propria patria e liberarla dai russi. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky mando un messaggio di incoraggiamento ai suoi cittadini e dichiara: "Non ci arrenderemo. Non ci faremo intimidire. L'Ucraina è uno Stato indipendente, libero e indivisibile. E sarà sempre così".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli