Ucraina: referendum Lugansk e Donetsk fa crollare Borsa Mosca a -6,60%

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 20 set. -(Adnkronos) – Gli investitori 'bocciano' l'idea dello svolgimento in alcune regioni ucraine occupate da Mosca di un referendum – entro fine settembre – sull'eventuale adesione alla Russia. Lo conferma il crollo verticale registrato dai corsi borsistici sulla piazza di Mosca con l'indice Moex che è arrivato a perdere anche più del 10% scendendo sotto quota 2.200 punti. A poco più di un'ora dalla chiusura l'indice ha recuperato leggermente e si aggira intorno ai 2270 punti (-6,60%). Fra i titoli più penalizzati il portale Yandex (il 'Google russo') -8,50%, il colosso energetico Lukoil -7,90%, mentre Gazprom, Rosneft e Sberbank registrano perdite superiori al 6%.