Ucraina, russi e separatisti sferrano attacco contro Azovstal

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 3 mag. (askanews) - L'esercito russo e le forze filo-russe hanno lanciato martedì un'offensiva contro la fabbrica Azovstal, l'ultima sacca della resistenza ucraina nella città di Mariupol, da cui nei giorni scorsi sono stati evacuati i civili grazie a un cessate il fuoco.

"Le unità dell'esercito russo e della Repubblica popolare di Donetsk, utilizzando artiglieria e aerei, stanno iniziando a distruggere" le "postazioni di tiro" dei combattenti ucraini ha affermato il ministero della Difesa citato dalle agenzie russe.

Il portavoce delle forze armate russe ha affermato che il reggimento ucraino Azov, che sta difendendo l'impianto, "ha utilizzato" il cessate il fuoco dichiarato per evacuare i civili, per uscire dai sotterranei dell'acciaieria e "prendere postazioni di fuoco sul territorio e negli edifici della fabbrica".

"Siamo stati bombardati tutta la notte (...), due donne sono state uccise e ora è in corso un assalto all'Azovstal", ha detto al sito di notizie Svyatoslav Palamar, vice comandante del reggimento Azov. Ha invitato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky a "un'azione forte perché la situazione è molto difficile

vgp

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli