Ucraina, Russia estende zona evacuazione intorno a Kherson

Gli edifici danneggiati nel corso del conflitto tra Russia e Ucraina nella città di Nova Kakhovka, Ucraina

(Reuters) - I funzionari insediati dalla Russia nella regione ucraina di Kherson hanno annunciato l'inizio dell'evacuazione dei cittadini dalla sponda orientale del fiume Dnipro, ribadendo che l'Ucraina potrebbe prepararsi ad attaccare la diga di Kakhovka e ad allagare la regione, ipotesi respinta da Kiev.

In un post su Telegram, Vladimir Saldo, governatore filorusso della regione di Kherson, ha detto che stava allargando l'area di evacuazione nella regione parzialmente occupata dalle forze russe e - per la prima volta - ha chiesto ai civili sulla sponda orientale del fiume Dnipro di lasciare le loro case.

La nuova area coprirà un'ulteriore zona di 15 chilometri intorno al fiume Dnipro, che divide la regione di Kherson, arrivando ad includere altri sette insediamenti, ha detto Saldo.

"A causa della possibilità dell'uso di metodi di guerra proibiti da parte del regime ucraino e delle informazioni secondo cui Kiev starebbe preparando un massiccio attacco missilistico alla centrale idroelettrica di Kakhovka, c'è il pericolo immediato che la regione di Kherson venga inondata", ha detto Saldo in un messaggio video pubblicato ieri sera.

Ciò potrebbe comportare "la massiccia distruzione delle infrastrutture civili e una catastrofe umanitaria", ha affermato.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Sabina Suzzi)