Ucraina-Russia, news oggi tempo reale: notizie ultima ora 19 aprile

·11 minuto per la lettura

(Adnkronos) - La guerra tra Russia e Ucraina arriva al 55esimo giorno. Nelle notizie e news dell'ultima ora di oggi, martedì 19 aprile, l'intensificarsi dell'offensiva di Mosca nell'est del Paese, alla conquista del Donbass. Nella notte missili su Kharkiv e Mykolaiv. Ancora sotto attacco anche le acciaierie Azovstal a Mariupol. Nel pomeriggio telefonata Biden-alleati.

ORE 11.30 - Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha incontrato la sua omologa bulgara Teodora Genchovska a Sofia. ''Sono grato al popolo bulgaro per aver abbracciato gli ucraini in fuga dall'aggressione russa'', ha detto Kuleba, spiegando di aver ''discusso ulteriori passi per riportare la pace in Ucraina, rafforzare la cooperazione bilaterale e far avanzare l'adesione dell'Ucraina all'Ue''.

ORE 11.22 - "Non importa come la situazione cambierà, la Cina rafforzerà la cooperazione strategica con la Russia per promuovere un nuovo modello di relazioni internazionali e una comunità con un futuro condiviso per il genere umano". E' quanto ha detto il vice ministro degli Esteri cinese Le Yucheng, ricevendo a Pechino l'ambasciatore russo Andrey Denisov.

ORe 11.15 - La Russia non sta valutando la possibilità di utilizzare armi nucleari in Ucraina. Lo ha sottolineato il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, in un'intervista a 'India Today'. "Solo armi convenzionali", ha risposto Lavrov quando gli è stato chiesto se la Russia stesse considerando l'ipotesi di usare di armi nucleari in Ucraina.

ORE 11.08 - Il Giappone fornirà all'Ucraina equipaggiamento protettivo, maschere e indumenti, contro attacchi chimici. L'annuncio è arrivato dal ministro della Difesa, Nobuo Kishi. Da Tokyo, che parla di risposta a una richiesta di Kiev, arriveranno anche droni commerciali da usare per scopi di ricognizione mentre prosegue la guerra in Ucraina dopo l'invasione russa.

ORE 11 - "La vera ragione" della guerra in Ucraina va ricercata nel fatto che i Paesi occidentali hanno "violato le promesse alla leadership russa e hanno iniziato a spostare la Nato verso est dopo la scomparsa dell'Unione Sovietica", sostenendo che fosse "un'alleanza difensiva e non un minaccia alla nostra sicurezza". Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, in un'intervista rilasciata a 'India Today'.

IRE 10.55 - Il ministero della Difesa russo ha chiesto nuovamente ai nazionalisti ucraini asserragliati nell'acciaieria Azovstal a Mariupol di arrendersi, in modo da ''avere salva la vita''. "A tutti coloro che depongono le armi sarà garantita la vita", ha affermato il ministero della Difesa invitando le truppe ucraine a ritirarsi dall'acciaieria tra le 14 e le 16 ora di Mosca, tra le 13 e le 15 in Italia, "senza eccezioni, senza armi e senza munizioni".

ORE 10.43 - Il Servizio di sicurezza dell'Ucraina (Ssu) "sta preparando un'altra provocazione per accusare i militari della Federazione Russa di cosiddetti 'crimini di guerra' con uccisioni di massa di civili nella regione di Odessa. A tal fine, nel prossimo futuro è previsto che le unità della Ssu indossino le uniformi dei militari russi" in una sparatoria tra residenti locali e "foto e filmati di questa azione con presunte 'atrocità russe' saranno pubblicati dalle agenzie di stampa ucraine e occidentali per promuovere immediatamente i falsi". E' quanto si legge in una dichiarazione di emergenza del ministero della Difesa Russo.

ORE 10.38 - ''I nazionalisti dell'Azovstal a Mariupol'' non hanno deposto le armi e non si sono arresi. Ma l'obiettivo delle milizie popolari filo-russe è quello di ''liberare il prima possibile'' l'acciaieria. Lo ha detto il leader dell'autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk, Denis Pushilin, secondo il quale nello stabilimento potrebbero essere presenti anche mercenari provenienti dagli Stati Uniti, dal Canada e dalla Romania.

ORE 10.25 - La Guardia costiera greca ha sequestrato la petroliera russa 'Pegas' al largo dell'isola di Evia (o Eubea), nei pressi della città costiera di Karystos, nell'ambito delle sanzioni imposte dall'Unione europea (Ue). Lo hanno reso noto fonti della Guardia costiera al quotidiano 'Kathimerini'. A bordo della petroliera, diretta verso il Peloponneso per trasferire il suo carico di petrolio a un'altra nave, c'è un equipaggio di 19 russi.

ORE 10.03 - L'olimpionico ucraino di skeleton Vladyslav Heraskevych ha chiesto che gli atleti russi che sostengono l'invasione del suo paese siano banditi dallo sport a vita. "Non dovrebbero mai più far parte della famiglia olimpica o della famiglia dello sport in generale -ha detto il 23enne all'emittente Deutschlandfunk-. E anche le persone che stanno in silenzio dovrebbero essere sanzionate, ma naturalmente non bandite a vita".

ORE 9.44 - I russi hanno continuato ad attaccare Mariinka, Avdiivka, Ocheretyn. Lo ha scritto su Telegram il governatore della regione di Donetsk Pavlo Kyrylenko, aggiungendo che alcuni villaggi sono rimasti senza corrente e acqua e che vicino a Avdiivka i russi hanno tentato due offensive che sono state respinte ma che hanno causato l'uccisione di un civile e danni alla rete del gas. A Toretsk, nonostante i continui attacchi, è in corso l'evacuazione dei civili e la consegna degli aiuti umanitari.

ORE 9.32 - Ha raggiunto gli 84,8 miliardi di dollari l'importo totale dei danni alle infrastrutture ucraine documentati, dall'inizio della guerra. Solo durante l'ultima settimana, le perdite dirette legate alle infrastrutture civili sono aumentate di 4,45 miliardi di dollari, ma si tratta di una stima al ribasso, le perdite reali saranno probabilmente molto superiori. I dati sono contenuti nell'analisi svolta nell'ambito del progetto "La Russia pagherà" realizzato dal Kse Institute (unità analitica della Kyiv School of Economics) con il supporto dell'Ufficio presidenziale, del ministero dell'Economia, del ministero per la reintegrazione di Territori temporaneamente occupati e del ministero delle Infrastrutture.

ORE 9.25 - È iniziato l'assalto all'Azovstal, l'acciaieria di Mariupol dove sono asserragliati assieme ai militari ucraini almeno mille civili. Lo ha annunciato il comandante delle repubblica popolare di Donetsk e portavoce militare dei separatisti filorussi della regione Eduard Basurin.

ORE 9.17 - Due treni sono stati messi a disposizione dalle Ferrovie ucraine (Ukrzaliznytsia) per evacuare i civili da Donetsk e Luhansk, nel Donbass. Lo ha reso noto Ukrzaliznytsia sul suo canale di Telegram dopo che la vice premier ucraina Iryna Vereshchuk aveva annunciato che per oggi non era possibile garantire alcun corridoio umanitario dalle città assediate dai russi. ''State attenti alla stazione e andate ai rifugi al primo allarme. Prendetevi cura delle vostre famiglie e mandatele in salvo su rotaia!'', spiegano le ferrovie ucraine.

ORE 9.11 - Stellantis sospende la produzione in Russia. A darne notizia una nota del gruppo in cui si precisa che "in seguito al quotidiano rafforzamento delle molteplici sanzioni e alle difficoltà logistiche riscontrate, Stellantis ha sospeso la propria attività produttiva a Kaluga al fine di garantire il pieno rispetto di tutte le molteplici sanzioni e di tutelare i propri dipendenti". "Stellantis - conclude la nota- condanna la violenza e sostiene qualsiasi azione che possa riportare la pace".

ORE 9.03 - Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba è arrivato a Sofia, in Bulgaria, ''incaricato dal presidente Volodymyr Zelensky per cercare di ottenere la pace in Ucraina''. Lo ha scritto su Twitter lo stesso Kuleba spiegando che incontrerà ''la leadership bulgara''. ''La Bulgaria è nostra amica e partner all'interno dell'Ue e bilateralmente. Sentiamo anche il sostegno del popolo bulgaro in questo momento critico'', ha scritto Kuleba.

ORE 8.56 - L'embargo sul petrolio russo ''è più necessario che mai''. Il presidente francese Emmanuel ''Macron lo vuole'' e ''ci stiamo lavorando''. Lo ha detto il ministro delle Finanze francese Bruno Le Maire in una intervista alla radio Europe 1. ''Spero che nelle prossime settimane riusciremo a convincere i partner europei a interrompere l'importazione del petrolio russo'', ha dichiarato.

ORE 8.50 - ''La guerra prolungata in Ucraina potrebbe causare una crisi alimentare nel mondo, come dicono analisti di spicco. L'unico modo per mettere fine rapidamente alla guerra è quello di armare l'Ucraina e colpire la Russia con un embargo sul petrolio e sul gas''. Lo ha scritto su Twitter il consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, Mykhailo Podolyak, dicendo che ''chi sceglie di chiudere un occhio rispetto alla guerra temendo un aumento dei prezzi, otterrà entrambi''.

ORE 8. 38 - Non è previsto alcun corridoio umanitario per oggi dalle città assediate dell'Ucraina. Lo ha dichiarato la vice premier ucraina Iryna Vereshchuk su Telegram. E' il terzo giorno consecutivo che le autorità ucraine e quelle russe non riescono a concordare corridoi umanitari. ''Oggi, 19 aprile, sfortunatamente non ci saranno corridoi umanitari'', scrive Vereshchuk, sottolineando che ''sul Donbass continuano intensi bombardamenti''. In particolare, ''per quanto riguarda Mariupol, i russi si sono rifiutati di autorizzare un corridoio per i civili in direzione di Berdyansk''. La vice premier ha assicurato che ''continuano i difficili negoziati per aprire corridoi umanitari nelle regioni di Kherson e di Kharkiv''.

ORE 8.27 - Sono 205 i bambini morti dall'inizio della guerra in Ucraina, mentre quelli feriti salgono a 367, secondo la Procura generale ucraina, che precisa che "queste cifre non sono definitive". Il maggior numero di vittime si regista nelle regioni di Donetsk, di Kiev e di Kharkiv. "A seguito dei bombardamenti delle forze armate russe, 1.141 istituzioni educative sono state danneggiate, 99 delle quali sono state completamente distrutte", ha aggiunto l'in una nota ufficio del procuratore generale.

ORE 8.19 - La Gran Bretagna invierà presto in Ucraina lanciamissili corazzati Stormer. Lo scrive The Sun citando il ministero della Difesa britannico, che un paio di settimane fa aveva mostrato il lanciatore Stormer High Velocity Missile (Hvm) destinato agli ucraini a Salisbury. A giorni, i lanciamissili verranno portati in Ucraina a bordo di aerei C-17. Lo Stormer è prodotto da Bae Systems, ha bisogno di tre persone per farlo funzionare e utilizza missili Starstreak che possono essere usati per abbattere aerei a bassa quota, spiega il Guardian

ORE 8.06 - Sarebbero più di settemila i presunti crimini di guerra commessi dalle truppe russe in Ucraina e sui quali le autorità di Kiev stanno indagando. Lo ha reso noto l'ufficio del procuratore dell'Ucraina parlando di 7.280 presunti crimini di guerra. Nel rapporto diffuso questa mattina viene inoltre confermata l'uccisione di 205 bambini dall'inizio dell'aggressione militare russa lo scorso 24 febbraio.

ORE 7.58 - Il dialogo con Vladimir Putin si è interrotto dopo la scoperta dei massacri di Bucha, oltre de settimane fa, ma non esclude di riprenderlo. E' quello che ha detto il presidente francese Emmanuel Macron in un'intervista a France 5, durante la quale ha anche detto che tornerà a Kiev, "ma per portare qualcosa di utile, per fare le differenza", non solo per "dimostrare sostegno". "Da quando abbiamo scoperto i massacri a Bucha e in altre città, la guerra ha preso una piega diversa - ha detto Macron, in un riferimento al suo rapporto con Vladimir Putin, che ha sentito più volte prima e durante l'invasione dell'Ucraina, anche a nome della presidenza di turno dell'Ue - per cui da allora non gli ho parlato direttamente, ma non escludo di farlo in futuro".

ORE 7.45 - Gli Stati Uniti stanno cercando di sequestrare il superyacht 'Amadea', di proprietà dell'oligarca russo Suleiman Kerimov sanzionato da gli Usa e dalla Ue, che è attraccato alle Figi. Il direttore dell'ufficio della Procura Christopher Pryde ha depositato una richiesta all'Alta Corte per impedire che la nave lasci le acque territoriali delle Figi, dove è arrivata una settimana fa dopo aver lasciato il Messico 18 giorni prima e aver attraversato il Pacifico. Il superyacht è lungo 106 metri e ha un valore stimato di circa 325 milioni di dollari.

ORE 7.33 - La città di Kreminna è "sfortunatamente sotto il controllo degli orchi" russi. Lo ha denunciato il governatore della regione di Luhansk, Sergei Haidai, mentre il capo dell'amministrazione militare della città, Oleksandr Dunets, ha riferito che "i combattimenti continuano in periferia". Quattro persone sono morte, uccise dai colpi russi, mentre cercavano di scappare, ha reso noto l'esercito ucraino. Kreminna si trova una cinquantina di chilometri a nordest di Kramatorsk, capoluogo del Donbass.

ORE 7.19 - Le forze ucraine hanno colpito un villaggio russo al confine. Lo ha denunciato il governatore della provincia di Belgorod, Vyacheslav Gladkov, sostenendo che una persona è rimasta ferita. Nei giorni scorsi la Russia ha denunciato più volte attacchi russi oltreconfine.

ORE 7.10 - Emmanuel Macron non esclude di andare in Ucraina, ma a condizione di potere fare qualcosa di utile. Il presidente francese lo ha detto in un'intervista a France 5: "Io tornerò a Kiev, ma ci ritornerà per fare qualcosa di utile, non solo per testimoniare un sostegno".

ORE 6.50 - Alle 15.45 ora italiana il presidente americano Joe Biden avrà una nuova telefonata in videconferenza con i leader dei Paesi alleati e partner per discutere del sostegno all'Ucraina. E' quanto si legge sull'agenda della Casa Bianca.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli