Ucraina-Russia, news oggi tempo reale: notizie ultima ora 27 aprile

(Adnkronos) - Guerra Ucraina-Russia, nelle ultime notizie e news di oggi, mercoledì 27 aprile, Polonia e Bulgaria resteranno senza gas della Russia. Ecco le notizie dell'ultima ora di oggi:

ORE 10.42 - "Siamo preparati per questo scenario. Siamo in stretto contatto con tutti gli Stati membri. Abbiamo lavorato per garantire forniture alternative e i migliori livelli di stoccaggio possibili in tutta l'Ue". Lo ha dichiarato in una nota la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, riferendosi alla decisione del colosso energetico russo Gazprom di interrompere le forniture di gas sia alla Bulgaria sia alla Polonia dopo che entrambi i Paesi si sono rifiutati di iniziare a pagare in rubli

ORE 10.40 - Nell'ottica di una presenza 'di lungo periodo' a Melitopol i russi si stanno muovendo per creare un proprio sistema finanziario e introdurre il rublo come valuta di riferimento, al posto della grivna di Kiev. Lo riferiscono i media locali che spiegano come - dopo aver preso il controllo della Oschadbank locale (chiusa, come la UkrGazbank) - i russi stanno lavorando per trasformarla in una filiale della SberBank. Un team di operatori finanziari - si spiega - sarà presto inviato in Russia, a Rostov, per seguire corsi di formazione mentre nelle prossime settimane è prevista l'introduzione nella regione del rublo.

ORE 10.24 - E' "ingiustificata" e "inaccettabile" la decisione del colosso energetico russo Gazprom, che ha annunciato di aver interrotto le forniture di gas sia alla Bulgaria sia alla Polonia dopo che entrambi i Paesi si sono rifiutati di iniziare a pagare in rubli. Lo ha dichiarato in una nota la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen. "E' l'ennesimo tentativo della Russia di utilizzare il gas come strumento di ricatto", ha commentato, aggiungendo che la Russia si è rivelata un fornitore inaffidabile.

ORE 10.10 - Il presidente della Duma, la Camera Bassa del Parlamento russo, ha elogiato la decisione del colosso energetico russo Gazprom, che ha annunciato di aver interrotto le forniture di gas sia alla Bulgaria sia alla Polonia dopo che entrambi i Paesi si sono rifiutati di iniziare a pagare in rubli. "La stessa cosa deve essere fatta con gli altri Paesi che ci sono ostili", ha dichiarato Vyacheslav Volodin sul suo canale Telegram.

ORE 10 - Sono 400 le denunce di stupri commessi dai soldati russi arrivate tra il primo e il 14 aprile alla linea istituita dal parlamento ucraino per raccogliere le segnalazioni e fornire assistenza psicologica. A dichiararlo è stata Lyudmyla Denisova, Commissario per i diritti umani della Verchovna Rada, il parlamento monocamerale ucraino, precisando che da quando la linea è stata istituita il numero delle denunce è in continuo aumento. A riferirlo è il Kyev Independent.

ORE 9.59 - Dall'inizio della guerra sarebbero morti in Ucraina 22.400 soldati russi, trecento più di ieri. Lo riporta il bollettino quotidiano dello Stato maggiore delle forze armate ucraine, appena diffuso sui social network.

Oltre ai militari, secondo Kiev l'esercito russo ha perso anche 939 carri armati, 2342 mezzi corazzati, 421 sistemi d'artiglieria, 149 lanciarazzi Mlrs, 71 sistemi di difesa antiaerea. Stando al bollettino, che specifica che i dati sono in aggiornamento a causa degli intensi combattimenti, le forze russe avrebbero perso anche 184 aerei, 155 elicotteri, 1666 veicoli, otto navi, 76 cisterne di carburante, 207 droni, 31 equipaggiamenti speciali e quattro lanciatori Otrk.

ORE 9.48 - La Russia afferma di aver distrutto un drone da ricognizione nella regione di Voronezh, nell'ovest del Paese, dopo un episodio analogo vicino al confine con l'Ucrainia. Secondo il governatore della regione, Alexander Gusev, citato dall'agenzia Interfax, "i sistemi di difesa aerea hanno intercettato e distrutto un piccolo apparecchio da ricognizione senza pilota". "Nulla minaccia la vita e la salute degli abitanti" dell'area, ha aggiunto.

ORE 9.08 - Il colosso energetico russo Gazprom ha annunciato di aver interrotto le forniture di gas sia alla Bulgaria sia alla Polonia dopo che entrambi i paesi si sono rifiutati di iniziare a pagare in rubli. L'annuncio di Gazprom segue notizie dalle quali risultava questa mattina che le forniture in Polonia attraverso la Bielorussia si erano prima temporaneamente ridotte e fermate, poi erano riprese.

ORE 9.07 - “La reazione occidentale all’azione russa è stata inevitabile: di fronte all’aggressione di Putin si pensava a una reazione scomposta e fragile dell’occidente. Abbiamo agito con le uniche possibilità per evitare l’escalation: fornire armi, cibo e assistenza alla resistenza e in più le sanzioni alla Russia. C’è uno sconfitto adesso che è Putin". Lo afferma il presidente dei senatori di Italia Viva, Davide Faraone, a "Omnibus" su La7.

ORE 9.04 - Sono 8.488 i crimini di guerra e di aggressione registrati da inizio conflitto. Lo fa sapere la Procura generale ucraina diffondendo una sintesi dell'attività svolta dall'inizio del conflitto.

La quasi totalità dei reati riguardano il mancato rispetto del diritto bellico, 49 la pianificazione, la preparazione e l'avvio di un conflitto d'aggressione e 11 la propaganda di guerra.

ore 9 - "Non vedo affatto come un embargo sul gas porrebbe fine alla guerra. Se Putin fosse stato aperto ad argomenti economici, non avrebbe mai iniziato questa guerra folle". Lo ha dichiarato il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, in un'intervista a Der Spiegel pubblicata da 'La Stampa'. "Il punto è un altro, vogliamo evitare una crisi economica drammatica, la perdita di milioni di posti di lavoro e di fabbriche che non riaprirebbero più - ha proseguito Scholz - Questo avrebbe grandi conseguenze per il nostro Paese, e per tutta Europa, e avrebbe anche un grande impatto sul finanziamento della ricostruzione dell'Ucraina. Pertanto, è mia responsabilità dire che non possiamo permetterlo".

ORE 8.55 - "Una delle strane richieste della Russia all'inizio della guerra è stata quella di una 'piena smilitarizzazione' dell'Ucraina. Dopo l'epocale incontro di ieri di 40 ministri della Difesa, ho una brutta notizia per Mosca: capacità, velocità, logistica agevolata, una gamma più ampia di armi: l'Ucraina si sta rafforzando". A scriverlo, su Twitter, è stato il consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak.

ORE 8.45 - Il governo polacco ha diffuso un comunicato in cui annuncia l'avvenuto arresto di due spie, "un cittadino della Federazione russa e un cittadino della Bielorussia impegnati in attività di spionaggio in Polonia". Una corte ha ordinato per loro "un periodo di detenzione cautelare della durata di tre mesi". "I due uomini arrestati il 21 e 22 aprile - si legge - sono sospettati di attività di spionaggio per conto dei servizi segreti russi. Dal materiale rinvenuto dal servizio di controspionaggio Skw è emerso che i due svolgevano attività volte ad identificare il funzionamento delle Forze armate polacche, compresa la presenza dell'esercito nella zona di confine tra Polonia e Bielorussia". A riferirne è il 'Guardian'.

ORE 8.27 - Il presidente della rete ferroviaria ucraina Oleksandr Kamyshin ha reso noto che un altro missile ha colpito un ponte ferroviario e stradale che collega la città portuale di Odessa con l'estremo sud-ovest dell'Ucraina.

"Oggi alle 6.45 - ha detto - è avvenuto un secondo attacco missilistico sullo stesso ponte sull'estuario del Dnestr nella regione di Odessa. Non ci sono stati ferrovieri feriti".

ORE 8.09 - E' stato spento l'incendio scoppiato in un deposito di munizioni nel villaggio russo di Staraya Nelidovka, nella regione di Belgorod. Lo ha riferito il governatore della regione, Vyacheslav Gladkov, sul suo canale Telegram.

ORE 8.02 - "L'Ucraina mantiene il controllo sulla maggior parte del suo spazio aereo". Lo sostiene l'intelligence britannica nel suo ultimo aggiornamento sul conflitto diffuso dall'account Twitter del ministero della Difesa.

"La Russia non è riuscita a distruggere efficacemente l'aviazione ucraina o a sopprimere le difese aeree" che continuano a rappresentare un "rischio" per le sue risorse aeree, ha affermato l'intelligence britannica, secondo cui "l'attività aerea russa si concentra principalmente sull'Ucraina meridionale e orientale".

ORE 7.46 - Fiamme in un deposito di munizioni nel villaggio russo di Staraya Nelidovka, nella regione di Belgorod. Lo ha riferito il governatore della regione, Vyacheslav Gladkov, citato dai media russi. Gladkov ha aggiunto che ci sarebbero state tre esplosioni e che non risultano case danneggiate né vittime tra la popolazione civile.

ORE 7.30 - Gli obiettivi della Russia vanno ben oltre quelli raggiungibili con la guerra contro l'Ucraina. Lo ha dichiarato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un messaggio diffuso nella notte.

"L'obiettivo finale della leadership russa non è solo quello di impadronirsi del territorio dell'Ucraina, ma di smembrare l'intera Europa centrale e orientale e sferrare un colpo globale alla democrazia", ha detto Zelensky.

ORE 7 - Da oggi, mercoledì 27 aprile, Polonia e Bulgaria resteranno senza gas della Russia. Nel corso della giornata di ieri Gazprom non ha confermato "che la fornitura di gas russo alla Polonia è già stata interrotta. A riferirlo ai giornalisti, secondo l'agenzia russa 'Tass', è stato il rappresentante ufficiale di Gazprom Sergey Kupriyanov. Allo stesso tempo, Gazprom ha poi però sottolineato che "oggi la Polonia è obbligata a pagare le forniture di gas in conformità con la nuova procedura di pagamento".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli