Ucraina, Putin: "L'Occidente vuole distruggere la Russia"

(Adnkronos) - La Russia sta cercando di "difendere il suo diritto a esistere" di fronte agli sforzi dell'Occidente di distruggere il Paese. Sono le parole del presidente russo Vladimir Putin nel suo discorso annuale al Valdai Discussion Club, un think tank con sede a Mosca. ''L'Occidente sta alimentando la guerra in Ucraina, aumentando le provocazioni attorno a Taiwan, destabilizzando i mercati alimentari e finanziati globali'' attacca. "L'Occidente impone sanzioni contro coloro che non vogliono essere sotto il loro controllo", ha proseguito Putin aggiungendo che ''la Russia non cerca l'egemonia". "La Russia non sfida l'Occidente, cerca solo di riservarsi il diritto di svilupparsi'' si giustifica. "La Russia non si è mai considerata e non si considera ora nemica dell'Occidente", malgrado "il brutale conflitto in corso", ha affermato il Presidente russo.

Quello che il mondo sta affrontando è il decennio più pericoloso dalla seconda guerra mondiale. Un decennio ''cruciale'' e ''pericoloso'', ha detto Putin, affermando che ''il dominio dell'Occidente, che è disunito, sta volgendo al termine''. ''Non c'è unità nell'Occidente'', aggiunge Putin, accusandolo di condurre ''un gioco pericoloso, sporco e mortale''. Negli ultimi mesi, ha aggiunto, da parte dei Paesi occidentali ''sono stati compiuti diversi passi verso l'escalation''.

"Prima o poi, il nuovo centro del mondo multipolare non sarà più l'Occidente che dovrà parlare alla pari anche con noi", ha affermato il presidente russo, Vladimir Putin. "Non possiamo fare finta di niente. La crisi ora ha carattere globale, riguarda tutti. Abbiamo di fronte a noi due strade: o continuare ad accumulare problemi o cercare insieme una soluzione, non ideale, ma che funzioni, per rendere mondo più stabile e più sicuro" sottolinea.

''E' inaccettabile l'espansione della Nato'', attacca Putin, accusando l'Alleanza Atlantica di aver ''iniziato a prendere il controllo di territori ucraini tempo fa''. Ed è proprio per fermare questa espansione, ha detto Putin, che la Russia lo scorso 24 febbraio ''non aveva altra scelta se non quella di iniziare un'operazione speciale''. E cita ''il colpo di Stato in Ucraina del 2014'' che ''ha portato ai tragici eventi di oggi''.

LA BOMBA SPORCA - L'Ucraina ''ha la tecnologia'' che le permette di costruire ''una bomba sporca''. E ''lo sta facendo'', i russi ''lo sanno e sanno anche dove la sta costruendo''. La Russia, invece, "non ha bisogno di costruire una bomba sporca''. "Ci sarà il pericolo dell'uso di armi nucleari fino a quando le armi nucleari esisteranno" aggiunge Putin.

USA - Se la prende, poi, anche nello specifico con gli Stati Uniti che, dice Putin, usano il dollaro come un'arma. E, così facendo, hanno screditato il sistema finanziario internazionale. La Russia è ''pronta e disponibile riprendere a un dialogo strategico con gli Stati Uniti per la stabilità'', ma su questo punto ''non ci hanno risposto". ''Siamo pronti a risolvere qualsiasi problema con gli Stati Uniti attraverso il dialogo'' aggiunge Putin.

CINA - Il presidente della Cina Xi Jinping, dice Putin, è ''un caro amico'' della Russia. ''Consideriamo la Cina un amico stretto e abbiamo molto rispetto per la sua cultura e le sue tradizioni'' ha affermato. ''Le relazioni tra la Russia e la Cina sono aperte ed efficaci come mai prima d'ora'' e il ''commercio con la Cina è in crescita''.

ERDOGAN - Putin definisce il presidente turco Erdogan ''un leader molto forte'', oltre che ''un partner coerente e affidabile'' . ''E' un leader forte, guidato innanzitutto dagli interessi della Turchia, del popolo turco e degli interessi dell'economia turca'', ha detto Putin, specificando che ''non si fa mai guidare dagli interessi dei Paesi terzi''.

TRUSS - Putin ha definito l'ex premier britannica Liz Truss "una pazza", citando i suoi interventi a proposito dell'uso di armi nucleari. "Liz Truss, l'ex primo ministro della Gran Bretagna, ha detto senza mezzi termini in una conferenza stampa: 'Sì, il Regno Unito è una potenza nucleare, i doveri del primo ministro ne includono il possibile utilizzo e lo farò''', ha detto Putin parlando al Valdai International Discussion Club. ''E nessuno ha reagito in alcun modo. Bene, diciamo che la ragazza è un po' fuori di testa. Ma come puoi dire queste cose in pubblico?" ha aggiunto il presidente russo.